È andato davvero vicino al colpaccio, sfiorando una doppietta storica per Funny Team, ma un solo punto è riuscito a mettersi in mezzo tra Franco Giacomazzi e la riconferma del titolo assoluto nella FIA HAKS Formula Driver Kup.

Il pilota di Curtarolo, al volante della consueta Lancia Delta Proto, ha lottato fino all’ultimo metro, nel round conclusivo tenutosi nel weekend di Rijeka, mettendo in bacheca un secondo posto assoluto, unito a quello di classe 6, che non è stato sufficiente per difendere il numero uno sulle proprie portiere, accontentandosi quindi del titolo siglato nella propria categoria.


“Per un punto Martin perse la cappa” – racconta Giacomazzi – “e per un punto Franco ha perso la coppa. Ce l’ho messa tutta per poter vincere nuovamente il campionato ma le gomme da pioggia, pur nuove, non erano performanti. Quando la pista ha iniziato ad asciugarsi ho risalito la classifica ma ormai era tardi. Pazienza, sono comunque contento perchè ho gareggiato contro avversari molto preparati. Grazie a Funny Team, al presidente Flavio, ai partners ed a chi mi ha aiutato. Grazie ad Alen Prodan, di AK Buzet Autosport, ed a Martina Puz, di AK Opatija Motorsport, per la magnifica premiazione e la riuscita di questo fantastico evento.”


Domenica all’Autodrom Grobnik più complicata per Marco Tessari e la sua Fiat 500 Proto. Il campione 2019, proveniente da Vescovana, ha faticato ad adattarsi al tracciato croato, penalizzato da condizioni meteo non favorevoli, rinfrancandosi con il quarto in campionato.

“La giornata era fredda e piovosa” – racconta Tessari – “quindi condizioni non ideali per la mia vettura. Nelle prove ho avuto diversi testacoda ed anche una divagazione dal percorso. Nel primo turno ancora problemi di tenuta e nel secondo, vedendo la giornata migliorare, ho provato a montare le slick. Per un eccesso di foga ho commesso un grave errore, impattando contro delle gomme di rallentamento, e mi sono fermato. Abbiamo chiuso quarti in campionato, a meno nove dal podio. Grazie a Marica, a Franco, a Gioia, a Giulio ed a tutto il Funny Team.”


Dalle due prime punte ad altri due portacolori della scuderia di Abano Terme, scesi in campo una tantum per godersi il finale di stagione, ad iniziare da una Marica De Agostini che, a bordo della sua Renault Clio Cup, ha chiuso terza nella classifica in rosa, in una classe condita da dieci agguerrite avversarie, aggiungendo al proprio bottino anche un buon quinto in classe 8.

Niente male per una che non ha partecipato all’intero FIA HAKS Formula Driver Kup.

Ciliegina sulla torta il quarto posto nella classifica finale di campionato riservata alle scuderie.

In quel di Rijeka si è rivisto al volante pure Luigino Zerbato, impegnato nel Prvenstvi Istarske Riviere al volante di una BMW M3 con la quale ha fatto sua la classe 6.

Il pilota da Val Liona, nel vicentino, ha interrotto una lunga latitanza dall’abitacolo, durata ben due anni, dimostrandosi già all’altezza della concorrenza, sfiorando la top ten assoluta.

Articolo precedentePozza, Toffano e Gambasin, centrano la top ten a Schio
Prossimo articoloA Rijeka l’ennesimo dominio di Bolza corse