Massimiliano Tallarico, storico dirigente del Frascati Scherma, ha ricevuto nei giorni scorsi il “Distintivo d’onore di bronzo” dalla Federazione Italiana Scherma “per l’impegno e la dedizione profusi a beneficio della promozione della disciplina della scherma e della crescita del movimento schermistico italiano”. Un riconoscimento che ha fatto grande piacere all’esperto dirigente: “Sono molto contento che il comitato regionale abbia fatto il mio nome e sono entusiasta che la Federazione mi abbia poi ritenuto all’altezza di questo premio. Sono particolarmente orgoglioso che mi sia stato consegnato con una motivazione significativa ed appropriata e nell’ambito di una bellissima festa, in una location spettacolare a Milano”. Tallarico aggiunge di essere stato molto sorpreso per questo riconoscimento: “In primis voglio pensare e sperare di averlo meritato veramente. Poi ovviamente voglio condividerlo con la società di cui sono dirigente. E’ facile essere bravo, capace e considerato quando fai parte di una società che ha nel dna il cromosoma di una gestione e di una organizzazione efficiente che permette di scegliere e di essere scelti e di conseguenza partorire successi e vittorie. E’ chiaro che avrebbero sicuramente meritato di ricevere la stessa onorificenza i nostri validissimi atleti, gli encomiabili maestri e istruttori e infine tutti i miei colleghi dirigenti. Io ho preso e conservo questo “Distintivo d’onore di bronzo”, ma virtualmente esso è nel cuore e nella bacheca di tutto il club”.

Quello passato, intanto, è stato un week-end internazionale ricco di soddisfazioni per gli atleti del Frascati Scherma. Erano in tanti quelli presenti alla Coppa Europa a squadre (competizione riservata alle squadre vincitrici del campionato italiano) che si è disputata a Cagliari, ovviamente nei gruppi dei corpi militari di appartenenza. A salire sul tetto continentale nel fioretto è stata Arianna Errigo in forza alla squadra dei Carabinieri: battuta nell’ultimo atto la compagine delle Fiamme Oro dove c’era Alice Volpi, mentre a completare il podio c’è stata la squadra spagnola col “rinforzo temporaneo” di Elena Tangherlini. Grande soddisfazione nel fioretto maschile per il secondo posto della squadra delle Fiamme Gialle dove c’erano ben tre atleti del Frascati Scherma: Daniele Garozzo (che ha annunciato il suo addio alla compagine della Finanza), Guillaume Bianchi e Giuseppe Franzoni, mentre al terzo posto si sono piazzati i Carabinieri con cui ha tirato Damiano Rosatelli. Infine secondo posto nella sciabola per le Fiamme Oro di Sofia Ciaraglia, prestigiosa neo arrivata nella famiglia del Frascati Scherma.
Un altro grande successo internazionale è arrivato da Zara (in Croazia) dove è stata fantastica la cavalcata del fiorettista Fabio Di Russo, capace di sbaragliare la concorrenza e trionfare nei campionati del mondo Master. Un successo che certifica l’alto spessore internazionale del Frascati Scherma anche in questo genere di competizioni.

Meno brillanti i risultati ottenuti in altre due gare: a Copenaghen (in Danimarca) si è tenuto un torneo satellite Assoluto di fioretto dove erano presenti due tesserati tuscolani. Gianmarco Gridelli ha chiuso al 27esimo posto, mentre Edoardo Gabrielli ha terminato al 48esimo. Infine, nel circuito europeo Cadetti di sciabola che si è disputato a Godollo (in Ungheria), sotto gli occhi del maestro tuscolano Alessandro D’Alessio (presente nello staff azzurro) il miglior risultato a livello individuale lo ha ottenuto Leonardo Reale (19esimo). Più indietro gli altri: Andrea Roussier Fusco (27esimo), Tiziano Tomassetti (56), Samuel Marcelli (128) e Valerio Reale (129). Buon settimo posto nella prova a squadre per la coppia composta da Samuel Marcelli e Leonardo Reale, mentre hanno terminato al 31esimo posto Andrea Roussier Fusco e Tiziano Tomassetti.

Articolo precedenteCalcio, Arezzo, Luca Trombini: “La strada è lunga, ma l’obiettivo è la Serie C”
Prossimo articoloSegnali positivi dal “Due valli” per Stella