Nel fine settimana le pedane del Tav Accademia Lombarda di Battuda (PV) hanno ospitato il Campionato Italiano Assoluto di Fossa Olimpica. In gara i migliori specialisti della massima categoria e delle qualifiche Ladies e Junior.

Tra i tiratori di Eccellenza a cucirsi al petto lo scudetto della stagione 2022 è stato Luca Miotto. Il Carabiniere di Ciliverghe (BS) si è meritato l’accesso alla semifinale con 119/125 +6 in qualificazione e con 24/30 ha staccato il biglietto per la finalissima in cui ha affrontato Carlo Angelantoni di Todi, Mauro De Filippis (Fiamme Oro) di Taranto e Marco Correzzola di Merlana (PD). I quattro hanno dato vita ad un duello molto serrato e tecnicamente impegnativo. Il primo a cedere le armi è stato Correzzola, quarto con 12/15, seguito poi da De Filippis, bronzo con 19/25. Miotto e Angelantoni hanno proseguito il confronto con altri dieci lanci e alla fine il primo si è imposto con 30/35 a 27/35.

Al femminile sulla vetta del podio si è arrampicata con tenacia Giulia Grassia (Esericto) di Modena. Quinta al termine delle cinque serie di qualificazione con 114/125, Giulia è stata la migliore della sua semifinale con 21/25 ed ha conquistato il diritto di accesso alla finalissima. Con lei nel round decisivo hanno tentato la scalata anche campionesse più navigate come l’olimpionica di Londra 2012 Jessica Rossi (Fiamme Oro) di Crevalcore (BO), Silvana Maria Stanco (Fiamme Gialle) di Winterthur, fresca Campionessa Europea a Cipro, e Alessia Iezzi (Carabinieri) di Manoppello (PE), vincitrice della Finale di Coppa del Mondo del 2017. Insomma, un parterre de roi che avrebbe potuto incuterle timore. Così non è stato. Eliminata dalla corsa al titolo la Stanco, quarta con 11/15, e liberatasi della Rossi al venticinquesimo piattello, medaglia di bronzo con 21, la Grassia ha proseguito il duello con la Iezzi e alla fine ne ha avuto ragione con il punteggio di 30/35 a 29/35.

Passando al Settore Giovanile, Samuele Faustinelli (Carabinieri) di Pian Camuno (BS) si è meritato il titolo al maschile con 118/125 in qualificazione, 22/25 in semifinale e 29/35 nella finalissima. Con lui sul podio anche Gianmarco Barletta (Fiamme Oro) di Contursi Terme (SA), argento con 116 +1, 21 e 27, e Matteo D’Ambrosi (Fiamme Azzurre) di Sanro (SA), medaglia di bronzo con 115 +4, 20 e 19.

Al femminile la neo Campionessa Italiana è Marika Patera di Cento (FE), prima sul podio con 108/125, 19/25 r 27/35 +3. Alle sue spalle si sono piazzate Giorgia Lenticchia (Fiamme Oro) di Terni, seconda con 114, 20 e 27 +2, e Laura Zeni di Mazzano (BS), terza con 106, 19 e 19/25.

Articolo precedenteBaseball, ecco i playout
Prossimo articoloA Monfalcone “Mariska” del 1908 e “Nembo II” del 1964 vincono la sesta edizione dell’International Hannibal Classic