Sono state 79, per un totale di 474 tiratori più le riserve, le squadre che si sono fronteggiate, domenica 5 settembre, sulle linee di tiro del Trap Concaverde di Lonato del Garda (BS), per la Coppa dei Campioni 2021 di fossa olimpica. A primeggiare nella competizione, con il punteggio di 572/600, è stata la squadra del Gruppo Sportivo Carabinieri composta da Luca Miotto, Valerio Grazini, Massimo Fabrizi, Edoardo Antonioli, Gabriele Solari e Daniele Resca. Dopo aver sfiorato, per un solo piattello, la vittoria nella passata stagione, le Fiamme d’Argento, con una strepitosa rimonta nella serie finale (146/150), hanno avuto la meglio sulla squadra delle Fiamme Azzurre (567/600), schierata da Giovanni Pellielo, composta da Riccardo Faccani, Alessandro Esposito, Mattia Sardi, Marco Panizza, Mattia Polidori e Matteo D’Ambrosi e sull’altra squadra dei Carabinieri (567/600), in vetta fino alla serie finale, composta da Jacopo Cipriani, Stefano Fenaroli, Emanuele Bernasconi, Rodolfo Viganò, Daniele Lucidi e Riccardo Mirabile. Quarta posizione per le Fiamme Oro (561/600) degli olimpionici Mauro De Filippis e Jessica Rossi, in pedana insieme a Lorenzo Ferrari, Simone D’Ambrosio, Erminio Frasca e Alessandro Belli.

«Tutti i partecipanti e tutte le 79 società in gara meritano un grande applauso, perché è a loro che dobbiamo gran parte dell’attività quotidiana della nostra disciplina sul territorio nazionale – ha dichiarato nel post gara Luciano Rossi, presidente della FITAV – Venire a Lonato, che tra poco ospiterà il Campionato del Mondo di Paratrap, è sempre un’enorme emozione. Complimenti, quindi, all’uno-due dei Carabineri, che hanno portato due squadre sul podio, alle Fiamme Azzurre dell’immenso Giovanni Pellielo, in seconda posizione, e a tutti gli atleti che oggi sono stati presenti. Ad ognuno, nessuno escluso, vanno la mia gratitudine e la mia riconoscenza».

«Settantanove squadre, provenienti da ogni parte dello Stivale, sono un vero record – ha aggiunto Ivan Carella, presidente della struttura ospitante l’evento – Ringrazio tutti i partecipanti, insieme ai direttori di tiro e ai consiglieri federali per avere onorato, con la loro presenza e il loro carisma, quella che è una delle più importanti e spettacolari competizioni nazionali».