Alessandro Belli

Le pedane maltesi hanno emesso, nella giornata di ieri, i definitivi verdetti del Gran Premio Internazionale di Fossa Olimpica. Nonostante le ottime premesse scaturite dal primo giorno di qualificazione, ieri gli azzurri guidati da Rodolfo Viganò hanno avuto un determinante calo di concentrazione che gli è costato il mancato accesso alla finale e il conseguente possibile podio. Il migliore della spedizione azzurra è stato il poliziotto Alessandro Belli, che dopo la perfetta performance di sabato – 75/75 per lui, ndr. – ed entrato in semifinale con il secondo miglior punteggio di qualifica, 120/125, si è poi fermato all’ostacolo semifinale con 21 non riuscendo a coronare la sua gara con l’approdo in finale, per lui alla fine solo quinto posto. Settima e ottava piazza della classifica generale sono state agguantate rispettivamente dalla rappresentante dell’Aeronautica Militare Sofia Littamè, terza dopo la fase di qualificazione e dalla toscana Isabella Cristiani. Nono posto per Federica Caporuscio con 117/125 (+6), decimo Marco Correzzola con 117/125 (+2), quindicesimo Simone Lorenzo Prosperi con 115/125, sedicesima Alessandra Della Valle con 114/125 e diciottesimo Lorenzo Franquillo con 113/125. Grande la prestazione di Simone Apostolico: il tiratore umbro con una prestazione di livello si è aggiudicato il primo posto. Previsto oggi il rientro in Italia per la delegazione Azzurra, già pronta per i prossimi appuntamenti in calendario.

Articolo precedenteCalcio, Flaminia, serie D, comincia la stagione
Prossimo articoloBetFlag Elk Studios approda nel casinò