Al Pampas Shooting Range, che sta ospitando il Campionato Europeo 2021 degli sport di tiro, si sono concluse le gara individuali di Fossa Olimpica Junior e hanno preso il via quelle Senior. Nel forziere azzurro è entrata la medaglia d’argento conquistata da Lorenzo Franquillo nella gara maschile under 20.

L’umbro di Trevi (PG), portacolori delle Fiamme Oro, ha migliorato il bronzo europeo conquistato nel 2019 dimostrando di aver acquisito maggiore confidenza con le finali. A precludergli la conquista del titolo di Campione Europeo è stato il russo Kiril Bagrov, quest’anno sesto nella finale senior della Coppa del Mondo a Il Cairo (EGY). Entrato in finale grazie al punteggio di 115/125 (+2), l’azzurrino ha messo un piede sul podio fin dalle prime battute della corsa alle medaglie ed ha affrontato il russo nel duello conclusivo costringendolo allo spareggio sul punteggio di 41/50. Purtroppo nello shoot-off Bagrov non ha sbagliato, mentre a Franquillo è scappato il piattello del secondo lancio.

Fuori dalla finale allo spareggio Alberto Facci (Fiamme Oro) di Marano Vicentino (VI) che con 113/125 (+0) si è dovuto accontentare del settimo posto assoluto, mentre Edoardo Antonioli (Carabinieri) di Solarolo (RA) si è fermato in undicesima posizione con 111/125.

Nella gara femminile, vinta dalla britannica Lucy Charlotte Hall, le azzurre Giorgia Lenticchia (Fiamme Oro) di Terni; Sofia Littamè di Baone (PD) hanno centrato la finale ma non sono riuscite a salire sul podio. Ad andarci più vicina è stata l’umbra, seconda migliore nelle qualifiche con 118/125 e poi quarta con 25/35. Quinta la veneta con 112/125 e 21/30.

Obiettivo finale mancato, invece, da Gaia Ragazzini (Carabinieri) di Solarolo (RA), ottava con 106/125.

Passando ai Senior, al femminile la migliore è stata Jessica Rossi. La poliziotta di Crevalcore (BO), Campionessa Olimpica a Londra 2012 e Campionessa Europea proprio ad Osijek nel 2009 e poi a Suhl nel 2013, ha lasciato scappar via uno solo dei 75 piattelli a sua disposizione e domani si presenterà in pedana forte del 74 conseguito oggi. In ritardo rispetto al gruppo di testa le altre due azzurre. Fiammetta Rossi (Fiamme Oro) di Foligno (PG) e Silvana Stanco (Fiamme Gialle) di Winterthur (SUI) inseguono, rispettivamente, con 64 e 63 e sanno che per sperare nella finale non dovranno più commettere errori.

Per quanto riguarda il comparto maschile, al termine del primo giorno la classifica provvisoria è guidata dal ceco Jiri Liptak e dallo slovacco Marian Kovacocy con 75 piattelli, tallonati con un solo piattello in meno dal nostro Mauro De Filippis (Fiamme Oro) di Taranto e dal greco Ioannis Chatzitsakiroglou. Nel gruppetto dei migliori anche Valerio Grazini (Carabinieri) di Viterbo con 73, pari merito con il britannico Matthew John Coward-Holley ed il tedesco Paul Pigorosh. Restassero così le cose anche domani al termine delle qualificazioni, gli azzurri dovrebbero contendersi la carta olimpica in palio con lo slovacco, il greco ed il tedesco (Gran Bretagna e Repubblica Ceca hanno già entrambe le carte a loro disposizione).

Al momento lontano dalla corsa alla carte ed alle medaglie Daniele Resca (Carabinieri) di Pieve di Cento (BO), arenatosi a quota 69/75.

Oggi per tutti ci saranno altri 50 piattelli di qualificazione e solo i migliori di ogni classifica accederanno alle finali, in programma dalle 15.