Malgrado il cielo grigio e il vento gelido che hanno accompagnato quasi tutto questo Youth Bowl, oggi a Firenze è stata una festa: per le squadre finaliste, per la FIDAF, per tutto il football italiano, che da questo evento riparte per una stagione che ci auguriamo possa tornare ad essere vissuta pienamente.

Le due bellissime semifinali di questa mattina hanno decretato la supremazia di Giaguari Torino (imbattuti fin qui in campionato) e Legio XIII Roma, rispettivamente su Seamen Milano (28 a 12 il risultato) e Daemons Cernusco, Campioni in carica e autori di un incredibile tentativo di rimonta proprio sul finale (19 a 12 lo score). Alle 15.00, dunque, subito dopo la finalina che ha visto prevalere i Seamen (decisamente a ‘trazione rosa’, con Margherita Germinetti sugli scudi!) sui Daemons per 32 a 19, ha preso il via la partita tanto attesa, ovvero la finalissima, inedita, sull’asse Roma-Torino.

Ottimi atleti su entrambe le sideline, roster lunghissimo per i romani, torinesi che in questo Campionato hanno invece scelto di iscrivere ben due formazioni, una vera gioia per gli occhi degli appassionati di questo sport e di questo va riconosciuto il merito al grandissimo lavoro svolto dalle squadre, malgrado le mille difficoltà del momento. Fuochi di artificio in attacco da parte di entrambe le formazioni, con passing game e running game ugualmente produttivi, cosa affatto scontata in questa categoria! All’half time il punteggio si fissa sul 13 a 12 per i Giaguari, a conferma dell’equilibrio che regna in campo. Nella ripresa, i Giaguari stringono le maglie della difesa, bloccando a più riprese la pericolosa avanzata degli avversari con placcaggi chirurgici sui portatori di palla. L’offense torinese macina invece yard, sfruttando la prestanza fisica dei propri runningback (Massimo Petruccelli su tutti). Ma la Legio XIII tiene e il cronometro corre senza che il risultato cambi. A poco più di 6 minuti dalla fine della partita, romani avanti con un grande drive offensivo, chiuso in endzone da protagonista da Alex Galieti: 19-13. Passano meno di 4 minuti e i Giaguari pareggiano con una bellissima corsa di Alex Della Malva (trasformazione non riuscita). Tutto da rifare, quindi, quando mancano 3 minuti alla fine del match! Il risultato non si sblocca e, forse per la prima volta in una finale U14, si va all’overtime. Ogni squadra ha 4 tentativi per cercare di segnare e la Legio parte in attacco: al primo tentativo, un intercetto blocca immediatamente le velleità dei romani, regalando ai Giaguari la possibilità di aggiudicarsi la partita, con un primo tentativo a 4 yard dalla endzone! Matteo Barella raccoglie il passaggio di Edoardo Piacentini e i Giaguari Torino si laureano Campioni d’Italia Under 14, dopo la finale persa lo scorso anno contro i Daemons, con il punteggio di 25 a 19.

Una partita bellissima, intensa, cui è mancato solo il supporto del pubblico sugli spalti per essere perfetta: dobbiamo ringraziare gli atleti, gli allenatori, le società e le famiglie per aver permesso lo svolgimento di questo primo evento del 2021, mettendo in campo un impegno e un fair play fuori dal comune.

Articolo precedenteVolley, serie A2 femminile, Club Italia sconfitto
Prossimo articoloAtletica, Ancona, Lai e Siragusa sugli scudi