Concluso il girone di andata del Campionato Italiano di Prima Divisione di Flag Football e da Ferrara arriva la conferma che, probabilmente, la lotta scudetto sarà di fatto una corsa a due tra Raiders Roma e Arona 65ers (Campioni in carica). Se i primi, infatti, hanno dato nel weekend un’ulteriore dimostrazione di forza, chiudendo imbattuti, i secondi, all’esordio stagionale, hanno chiaramente fatto capire che intendono difendere il titolo con le unghie e con i denti, vincendo 5 delle 6 partite giocate e cedendo solo contro i romani ma con un solo punto di scarto. Tanti i giocatori di livello e grande esperienza schierati da entrambe le parti, con i Raiders che danno la sensazione di non essere ancora al 100% e i 65ers che sono scesi in campo ancora ‘orfani’ di alcune pedine fondamentali, come Matteo Mozzanica.

Chi potrebbe inserirsi nella lotta al podio sono i Refoli Trieste, che chiudono il girone di andata con 5 vittorie e 3 sconfitte e apparsi molto competitivi anche in questa stagione, e poi i Leoni Basiliano, che hanno ancora pochi allenamenti di flag nelle gambe e sono apparsi ancora lontani dalla condizione migliore: esperienza e qualità tecniche, però, qui non mancano di certo e a settembre giocare contro di loro potrebbe essere molto pericoloso. Alle spalle di questo quartetto di testa è vera bagarre: i Thunders Trento, al primo anno in Prima Divisione, continuano a stupire giocandosela con tutti ad alto livello, meno brillanti le Aquile Ferrara, altra matricola del Campionato, penalizzati però nel weekend dalle tante assenze che hanno rivoluzionato quasi completamente il roster rispetto alla prima giornata. Hedgehogs Boschetto e X-Men Correggio si attestano sui propri attuali valori, faticando non poco ma giocando ogni palla senza risparmiarsi, mentre i Ronin Ortona continuano a stupire per i risultati ottenuti scendendo in campo con soli 6 giocatori a roster, giocando 5 partite e vincendone due.

In Seconda Divisione, secondo Bowl in tutti i gironi ed esordio per quello siciliano, dove si è registrato un buon equilibrio tra almeno tre delle quattro squadre coinvolte: Cardinals Palermo e Elephants Catania guidano la classifica con 3 vittorie e 1 sconfitta, tallonate dai Caribdes Messina con un bilancio in parità (2-2). Non riescono a mettere una W a referto solo gli Sharks Palermo, che però hanno lottato punto a punto contro tutti gli avversari.
Escono imbattuti e a capo dei rispettivi gironi Lions Bergamo, Heroes Milano, Giaguari Torino, Hunters Roma, Dolphins Ancora ed RVL Achei Crotone, ma un po’ ovunque si sono registrate assenze “di peso”, con diversi atleti chiave impegnati nel raduno della Nazionale tackle senior e la situazione di classifica potrebbe tranquillamente cambiare nel Bowl del prossimo 4 settembre, quando si concluderà la fase preliminare del Campionato.

Articolo precedenteMichele Mancin secondo alla Cronoscalata Alpe del Nevegal
Prossimo articoloJolly Racing Team “primattrice” tra le scuderie alla Coppa Città di Lucca