Il football americano proverà sabato alle 21 a dire la sua, affrontando allo stadio Garilli di Piacenza la Francia nella semifinale del Campionato Europeo di Gruppo A, ovvero l’élite del football continentale.

Il cammino è stato lunghissimo (dal 2016 con la vittoria del Gruppo B a Lignano Sabbiadoro) e parecchio accidentato, complici le difficoltà vissute in seno alla Federazione Internazionale (IFAF) ed infine il Covid, che ha rinviato di un ulteriore anno questo appuntamento, guadagnato sul campo dei nostri azzurri grazie alla vittoria del proprio girone, contro la quotatissima Austria e poi contro la Svizzera. Ogni volta che il traguardo pareva vicino, accadeva qualcosa che spostava il tutto un po’ più in là, costringendo il coaching staff della nostra Nazionale a rifare tutto da capo e a fare i conti con un ricambio generazionale che, soprattutto in uno sport come il football americano, è difficile rimandare a lungo. Adesso, però, ci siamo: la nostra Nazionale è in raduno da una decina di giorni a Cadimare (SP), ospite del Centro Supporto Logistico Areale dell’aeronautica Militare il cui Comandante è il Colonnello Pilota Maurizio Daniele. Atleti e staff hanno lavorato sodo e domani mattina partiranno per Piacenza e per gli ultimi giorni di rifinitura prima del match.

“La squadra è carica e in forma – ha dichiarato Davide Giuliano, Head Coach azzurro. “Abbiamo fatto un gran lavoro, atleti, coach e staff sono ultra concentrati per una occasione unica per cui questo programma è in corso di sviluppo da parecchi anni. Dopo gli Europei di Gruppo B del 2013 abbiamo conquistato il diritto di contendere il gruppo A ad Austria e Svizzera. A Vienna, nel 2019, abbiamo ipotecato questo diritto e adesso ci si presenta un’occasione unica che onoreremo al meglio.”

“Sono onorato di rappresentare la Federazione per questa rappresentativa nazionale, impegno che da anni sostengo con piacere – commenta Manfredi Leone, Consigliere Federale e General Manager della Nazionale Italiana. “Abbiamo un gruppo fantastico, un progetto sempre in crescita. Credo che questa sia una delle squadre più forti di sempre. Desidero ringraziare tutto il nostro personale, atleti, coach, staff che profondono da sempre grande impegno. Inoltre ringrazio a nome della Federazione l’Aeronautica, che da anni ci sostiene e che ancora una volta si è dimostrata partner di eccellenza per il nostro raduno.”

Chi vincerà, dovrà sfidare a fine ottobre la vincente dell’altra semifinale tra Finlandia e Svezia, anch’essa in programma sabato 7, ma alle 12.30, al MUP-Stadium di Vantaa, in Finlandia.