Mike Vannucci
Mike Vannucci

I Guelfi Firenze.American Football Team hanno raggiunto un accordo con , che occuperà il posto di oriundo nel roster 2017 della squadra senior. Il giocatore, uscito dalla William Paterson University, ricoprirà principalmente il ruolo di wide receiver ma potrà essere impiegato anche come cornerback e punt returner.

L’atleta nato a Bethpage, New York, il 12 aprile 1992 ha fatto registrare i suoi primi record da ricevitore nell’anno da Senior alla Plainedge High School, dove si è distinto per aver fatto riscrivere i libri delle statistiche in quanto a numero di ricezioni (9) e yards guadagnate in una singola partita (180). Tali numeri si sommano alle 45 ricezioni che hanno fruttato 880 yards e 11 touchdown nella sua carriera high school, dove, da capitano, ha anche messo a referto 2 intercetti. Queste prestazioni gli sono valse: il titolo di High Honor Roll Student, l’inserimento nella All-County Selection ed il reclutamento da parte della William Paterson University.
Con i Pioneers, formazione di NCAA III Division, ha giocato dal 2011 al 2015, migliorando costantemente le sue statistiche dopo un anno di ambientamento da freshman. Il 2014 è stato l’anno nero del ricevitore visto che un infortunio in preparazione lo ha tolto dai giochi per tutta la stagione, venendo dichiarato ineleggibile per il suo anno da senior, poi recuperato nella stagione successiva. Nelle sue quattro annate di gioco effettivo ha messo a segno 56 ricezioni per 659 yards, condite da 2 touchdown, in 28 presenze, andando inoltre ad occupare il quinto posto nella classifica all-time degli arancioneri per media yards su ritorno di punt. Al termine del suo percorso di studi nell’università con sede a Wayne, New Jersey, ha conseguito la laurea in scienze motorie. Il classe 1992 si è distinto per tutta la sua carriera grazie ad un’importante esplosività nel breve e alla sua rapidità negli spostamenti laterali. La sua dedizione al lavoro gli ha anche fruttato in due occasioni il titolo di “Hardest Worker” della squadra.

Così Simone “Pando” Iori, Responsabile Area Tecnica della società: “Lo abbiamo seguito per lungo tempo. L’oriundo era il cardine di tutto il nostro progetto tecnico visto che volevamo costruire attorno a questo profilo la scelta degli altri due import americani, anche se in attacco siamo obbligati a puntare su un quarterback; in difesa però l’arrivo di Vannucci ci dà copertura extra per quanto riguarda la zona profonda del campo e questo era essenziale. Confesso che non è stato facile ottenere la sua firma visto che era richiesto da moltissime formazioni italiane a causa del suo doppio passaporto. Siamo molto contenti del fatto che sia un nuovo guelfo, adesso possiamo concludere anche le altre due trattative per andare a riempire gli slot riservati agli import”.