La decima giornata di campionato si aprirà con il big match tra i Seamen Milano e i Guelfi Firenze, rispettivamente primi e secondi in classifica. Il ritorno sulla sideline fiorentina di coach Art Briles dopo la stagione trionfale 2019, terminata però proprio con la sconfitta in finale ad opera dei Seamen, accende la curiosità per questa partita tra due delle squadre più in forma del momento. Attacchi esplosivi ma impostati in modo molto diverso, con Milano che punta tutto sul gioco aereo e Firenze che ha fatto del running game un vero e proprio marchio di fabbrica. A fare la differenza, probabilmente, saranno le difese, chiamate agli straordinari per contenere l’auspicabile botta e risposta dei reparti offensivi. E se in gioco non c’è l’accesso ai playoff, già certo per entrambe le squadre, sono i Guelfi ai Guelfi la vittoria servirebbe anche a tenere a distanza i Panthers, che incalzano, forti del risultato ottenuto nello scontro diretto. Insomma, chi può corra al Vigorelli, perché questo, che sarà anche il Game of The Week, è davvero un incontro da non perdere. Kick off alle ore 18.

Alle 19.00, a Novi Di Modena, terzo appuntamento in casa (e terza location diversa…) per i Vipers Modena, che di fronte si troveranno i Dolphins Ancona. Quarta posizione in classifica per i Vipers, quinta per i Dolphins e match che consentirebbe di ‘blindare’ un posto ai Playoff. Gli emiliani sono usciti un po’ malconci dalla partita della scorsa settimana contro i Seamen, mentre i Dolphins hanno goduto del turno di riposo e questo già potrebbe essere un fattore importante. Servirà concentrazione per evitare svarioni che potrebbero costare carissimi, come già visto per entrambe le squadre nelle ultime partite. Ci aspettiamo una bella sfida, corretta e divertente, con le linee di attacco e difesa probabili protagoniste e due dei migliori QB visti sino ad ora in azione in IFL, Colin Di Galbo e Danny Vanatsky.

Sempre sabato, ma alle 21.00, chiuderanno la Week 10 Warriors Bologna e Rhinos Milano e la sfida ha il sapore dell’”in or out”. Nessuna delle due squadre può più permettersi di perdere, appaiate come sono all’ottava e ultima posizione del ranking e con ancora solo una giornata da giocare, oltre a questa, prima di chiudere la stagione regolare. Entrambi i team sono stati sin qui molto condizionati, seppur per ragioni diverse, dai problemi in cabina di regia, con i Warriors che hanno perso il QB titolare e che ancora devono trovare una soluzione alternativa valida, e i Rhinos che finora hanno avuto un Daniel Santacaterina con fortissimi problemi di continuità.

Articolo precedenteBasket in carrozzina, domani c’è gara 1 di finale scudetto
Prossimo articoloIl 29 maggio c’è la Marcialonga ‘Cycling’ Craft