Il 2021 del settore giovanile agonistico del Football Club Frascati si è ufficialmente concluso. Con le gare disputate nello scorso fine settimana, le squadre frascatane hanno terminate le loro fatiche in questa prima parte di stagione e quindi nell’anno solare. Il direttore generale Gianfranco Di Carlo ne approfitta per tracciare un primo parziale bilancio: “Direi che siamo complessivamente contenti di come sono andate le cose e soprattutto dell’impegno e della costanza dei nostri ragazzi durante gli allenamenti. Inoltre la società è molto coesa e cerchiamo di essere sempre vicini ai ragazzi, contando su tecnici molto preparati e su componenti dello staff come il preparatore dei portieri Francesco Carosi che segue i miglioramenti dei nostri numeri uno”. Il dg entra nello specifico dei vari gruppi: “L’Under 19 di mister Fausto Di Marco ha chiuso con una brutta sconfitta a San Cesareo e in generale ha avuto qualche passaggio a vuoto strano in relazione al valore di una rosa che ha una buona qualità. La ricerca della giusta amalgama e il lungo stop da gare ufficiali a causa del Covid, evidentemente, hanno pesato sulle prestazioni dei nostri ragazzi, ma stiamo già intervenendo per rinforzare la rosa e sono sicuro che alla lunga questo gruppo mostrerà le sue qualità. L’Under 17 di mister Alessandro Siri è una scommessa vinta, nel senso che tutto l’ambiente nutriva grande fiducia nei confronti di questi ragazzi che si sono compattati bene e ora lottano per il vertice. Nell’ultimo turno lo 0-0 di Colle di Fuori col Rocca Priora RDP ci è andato stretto visto che ci sono stati negati due rigori e abbiamo sciupato qualche ghiotta opportunità. Davanti a noi in classifica c’è solo la Vis Artena con cui abbiamo pareggiato in uno scontro diretto che meritavamo di vincere al debutto, comunque questi ragazzi lotteranno fino alla fine per il vertice”.

Di Carlo conclude parlando dell’Under 15 di Marco Campegiani e dell’Under 14 di Rodolfo Gentilini: “Il primo gruppo annovera diversi 2008 in rosa ed è cambiato tanto rispetto alla scorsa stagione. E’ inevitabile qualche ingenuità dovuta all’inesperienza nel calcio a 11 di diversi elementi, ma si tratta di normali momenti di crescita. L’ultima gara a Colonna è stata un po’ strana per via di un’espulsione iniziale che ha condizionato il risultato finale, ma guardiamo avanti. L’Under 14 è il primo vero prodotto di anni di lavoro sulla Scuola calcio, è un prototipo del calcio che abbiamo in mente sia come qualità tecniche che comportamentali. Ai nostri ragazzi è stato aggiunto qualche elemento proveniente dalla Lupa e altri innesti dicembrini che faranno molto comodo. Nell’ultimo turno dovevamo giocare con lo Sporting San Cesareo, ma la gara è saltata e si recupererà il 6 gennaio l’Under 14, poi il resto dei campionati riprenderanno direttamente il 16 gennaio”.

Articolo precedenteCalcio, serie A, l’Inter vola, la Lazio si riprende
Prossimo articoloClub Vela Portocivitanova, Riccardo Pianosi è argento mondiale giovanile