La gara di Fossa Olimpica Femminile della seconda Prova di Coppa del Mondo è stata dominata dalla statunitense Ashley Carrol, oro dopo aver regolato la neozelandese Natalie Rooney con il punteggio di 42/50 +1 a 42/50 +0 in finale. Con loro sul podio è salita anche la sanmarinese Alessandra Perilli, bronzo con 30/40.
Tra le migliori sei, grazie al 73/75 +1 che l’ha accreditata come migliore di giornata delle qualificazione, anche Deborah Gelisio. La bellunese, portacolori dei Carabinieri, non è però ruscita a superare lo sbarramento ai 25 piattelli della nuova finale e si è dovuta accontentare del sesto posto.
Lontana dalle medaglie Silvana Stanco (Fiamme Gialle), italiana residente a Winterthur (SUI), che è rimasta nel gruppetto di testa della classifica provvisoria fino alla fine della seconda serie grazie a due quasi perfetti 24/25. Poi, purtroppo, qualcosa ha rotto la sua concentrazione ed il 20/25 del terzo ed ultimo round di gara l’ha fatta precipitare al 18° posto con 68.
Niente gara, invece, per Alessia Montanino (Fiamme Oro), rimasta al nastro di partenza per un problema di salute poi risolto senza conseguenze per la giovane tiratrice.
In gara sulle pedane di Acapulco anche il comparto maschile, impegnato nelle prime tre serie di gara. Al termine dei 75 piattelli previsti dal programma Daniele Resca (Carabinieri) di Pieve di Cento (BO) e Matteo Marongiu (Carabinieri) di Sassri si sono attestati a quota 73 ed hanno nel mirino la finale di questa sera, mentre Massimo Fabbrizi (Carabinieri) di Monteprandone (AP) insegue con 70.

Articolo precedenteRoma, a Monte Mario romba la rievocazione, motoraid Federmoto
Prossimo articoloRoma, Barcellona e Psg, vittorie d’oro per uno scommettitore Microgame