La Fise, prima federazione sportiva ad aver creato una Commissione Antimolestie, é ancora una volta in campo con un progetto sociale a supporto della campagna per combattere la povertá educativa istituita da SOS Villaggi dei Bambini insieme a Rai per il Sociale, Rai Sport e Unione Sportiva ACLI e con un celebre volto televisivo, in qualitá di Ambassador, Beppe Convertini.

Oggi la povertá educativa é divenuta un’emergenza sociale. Secondo l’OMS la pandemia da Covid-19, con la chiusura delle scuole per quasi 1,6 miliardi di studenti in piú di 190 Paesi, ha provocato la piú grande interruzione dei sistemi educativi nella storia, con il digital device che ha lasciato indietro milioni di studenti che non hanno avuto accesso alla didattica a distanza.

Il progetto ”Il futuro è in gioco” decide di chiedere aiuto al mondo dello sport per gli alti valori etico-formativi che rappresenta. Un’íniziativa condivisa con entusiasmo dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo Sport, Valentina Vezzali e, oltre alla FISE, anche da altre 4 federazioni sportive nazionali.

La Campagna sfrutterá, dal 25 luglio all’8 agosto, la grande visibilitá dei Giochi Olimpici di Tokyo, che vedranno protagoniste alcune delle principali discipline degli sport equestri.
Attraverso il numero 45590 si potrá donare la cifra di 2 euro con SMS oppure 5 e 10 euro chiamando da telefono fisso. Ogni piccolo contributo servirá a combattere la povertá educativa in Italia restituendo a centinaia di bambini in difficoltá il diritto all’istruzione che meritano.

”La Federazione Italiana Sport Equestri, insieme ad altri soggetti nel mondo dello sport e con il pieno appoggio del CONI e della Procura Generale dello Sport – ha dichiarato il Presidente Marco Di Paola – é diventata un vero agente attivo di cambiamento, proponendo azioni concrete nel mondo dello sport e buone pratiche sociali in grado di proteggere e sostenere tutti, soprattutto le classi piú deboli, operando con serietá, pragmatismo e professionalitá”.