SAMSUNG CSC

Tre le proposte rivolte al ministro Costa dal direttore generale di Federcasse (la Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali) Sergio Gatti per accompagnare le imprese nella transizione ecologica e ambientale: “1. E’ necessario investire nella prevenzione e nella reazione delle micro piccole e medie imprese ad eventi catastrofici (ambientali e sanitari). Occorre assicurare la continuità dei circuiti produttivi locali. Si tratta di un lavoro di anni, che va impostato ma rappresenta una condizione strutturale: 2. progettare un registro digitale centralizzato europeo delle informazioni sulla sostenibilità delle imprese. Sono in arrivo norme molto severe per la cosiddetta finanza sostenibile ed esiste il rischio che si inneschi un credit crunch, cioè una riduzione della capacità di finanziare le imprese proprio nella fase delicatissima della transizione digitale; 3. incentivare e sostenere la rendicontazione della sostenibilità climatica, ambientale e sociale delle micro piccole e medie imprese. La rendicontazione deve diventare un approccio culturale a fotografarsi per potersi rappresentare al meglio e per essere più possibile sostenute dal punto di vista della finanziabilità. Anche in questo caso, occorre la mano pubblica”.