La Camera di investigazione e controllo finanziario dei club (Cfcb) ha infatti deferito il Milan alla Camera arbitrale «perché il club rossonero non è riuscito a rispettare il pareggio di bilancio nel corrente periodo di osservazione determinato nella stagione 2018-19 e riguardante gli esercizi conclusisi nel 2016, 2017 e 2018». Lo rende noto la Uefa sul proprio sito ufficiale. «Il deferimento non riguarda la decisione presa dalla Camera Arbitrale a dicembre 2018, relativa al periodo di osservazione precedente e inerente agli esercizi conclusisi nel 2015, 2016 e 2017. Detta decisione è attualmente oggetto di appello al Tas di Losanna», conclude il comunicato della Uefa. Ma il Milan risponde serenamente: «Ce lo aspettavamo, trattasi di un atto dovuto».