Nella foto una fase di gioco tra Italia e Austria - foto Skinner Photography
Nella foto una fase di gioco tra Italia e Austria - foto Skinner Photography

Oggi alle 12 i partecipanti del Campionato Europeo di Polo saranno ad Arezzo, protagonisti di una coreografica sfilata a cavallo che, attraverso le vie del centro storico, li porterà sino alla Piazza Grande.

La sfilata è solo l’inizio del programma collaterale del Campionato predisposto dal Comitato Organizzatore per le delegazioni dei 10 paesi presenti (Spagna, Francia, Germania, Olanda, Irlanda, Slovacchia, Azerbaigian, Austria e Svizzera). Mercoledì 26 settembre, infatti, una folta rappresentativa dei protagonisti dell’evento (oltre 80 persone tra giocatori, tecnici, dirigenti e organizzatori) sarà a Roma per l’udienza papale in Piazza San Pietro.

Il popolo del polo è per la stragrande maggioranza argentino e l’opportunità di partecipare all’udienza di Papa Francesco è stata accolta con grandissimo entusiasmo. La partenza da Villa a Sesta per arrivare nei tempi al Vaticano è fissata alle 5:00 del mattino.

Campionato d’Europa entrato nel vivo oggi con la seconda giornata di gare al Polo Club Villa a Sesta (Ripaltella – Ar) e squadra azzurra ancora protagonista con schiacciante supremazia (10 – 3 ½) sull’Austria. La formazione italiana (agli ordini del capitano Gualtiero Giori stanno giocando gli italo-argentini Nicholas Lopes Fuentes e i fratelli Martin e Tomas Joaquin) dopo la vittoria dell’esordio con la Spagna ha messo a segno dunque il secondo successo.

La massima attenzione è però per il prossimo match di martedì 25. Come conferma il coach del team Italia Eduardo Menendez. “E’ vero che ogni partita vede medesimo impegno e attenzione sempre altissima ma l’Austria non era un avversario pericoloso. Oggi abbiamo avuto vita facile in campo come chiaramente dimostra il risultato. Non altrettanto si può ipotizzare per quel che riguarda invece il prossimo match. Potrebbe essere quella la partita decisiva per l’ammissione alla finale”.

Il secondo successo dell’Azerbaigian contro la Francia, vice campione in carica (8-4), arrivato dopo la vittoria già messa a segno contro l’Olanda, è stata la sorpresa della giornata ed ha confermato che la squadra debuttante nel campionato, come la descrive il suo coach Reto Gaudenzi “è forte, determinata e competitiva. Per tutti da tenere d’occhio”.

L’Irlanda, campione uscente, ha vinto contro l’Olanda (7-7 ½), con solo il mezzo punto di differenza handicap tra le due squadre a far la differenza. Nel team dei Paesi Bassi in campo anche una donna, Sabine van der Kloot, che ha sostituito un titolare infortunato andando peraltro a segno, e che la prossima settimana sarà impegnata anche nel Campionato Femminile.

Nell’ultimo match della giornata la Spagna ha infine prevalso sulla Svizzera (9–7 ½).