Una breve pausa e l’ELF CIV è di nuovo in pista. A meno di un mese dall’entusiasmante apertura di stagione, il secondo round del 2021 va in scena sul circuito dedicato a Marco Simoncelli. Il weekend di gara, ancora una volta a porte chiuse e nel pieno rispetto delle normative governative di contrasto alla diffusione del Covid-19 nonché delle linee guida FMI, si apre all’insegna del meteo incerto.

In Moto 3 la pole provvisoria è siglata dal Pata Talento Azzurro Matteo Bertelle (1’43.061). Impegnato anche nella Red Bull Rookies Cup, l’alfiere del team Minimoto KTM scende in pista per la sua prima prova stagionale all’italiano e fa subito bene chiudendo il primo turno di qualifiche con quasi 3 decimi di distacco da Alberto Surra (Bardhal VR46 Rider Academy). A chiudere la prima fila provvisoria il pilota di Davide Giugliano, su BeOn, Zonta Van Den Goorbergh (1’43.906). Quarto tempo per Elia Bartolini, attuale capoclassifica che arriva a Misano forte dei suoi 50 punti, ben 18 di distacco dall’inseguitore Biagio Miceli (9° tempo in Q1 per lui).

Superbike con la nuova centralina unica Motec che sta contribuendo a livellare i valori. La pole provvisoria è di Alessandro Del Bianco (1’35.751) a tre decimi da quella, trasparente, di Lucas Mahias che torna ancora una volta all’ELF CIV per testare la sua Kawasaki in vista del mondiale Superbike. Del Bianco (DMR Racing Honda) solo ieri a Misano ha tolto i 37 punti di sutura dell’intervento subito dopo il primo round stagionale per una sindrome compartimentale che lo aveva costretto ad abbandonare gara 2 del Mugello. Seconda casella provvisoria in griglia per Lorenzo Gabellini (Althea Racing Team Honda) 1’35.821 davanti a Luca Vitali, beffato per 20 millesimi. Vitali (Scuderia Improve by Tenjob) è secondo in campionato, forte dei due podi del Mugello, subito dietro a Michele Pirro (solo 6° tempo in Q1).

Nella 600SS ancora wild card mondiali a siglare i tempi migliori (Tuuli su MV Agusta e Oettl su Kawasaki) ma fuori classifica. La pole provvisoria va ad un altro pilota mondiale che però ha scelto di correre anche l’ELF CIV a partire dal Round di Misano e per tutto il Campionato. Si tratta di Federico Caricasulo (Yamaha), già Campione Italiano 600 SS che ottiene la pole provvisoria con il tempo 1’38.625. A completare la prima fila provvisoria Roberto Mercandelli (Team Rosso e Nero Yamaha) con il crono 1’38.713 e Massimo Roccoli con 1’38.886. Più veloce dell’alfiere Promo Driver Organization Yamaha anche Manuel Gonzalez ma non considerato nello schieramento provvisorio poiché fuori classifica.

In PreMoto3 c’è un nuovo record della pista (1’46.844) ed è quello di Alberto Ferrandez Beneite, capoclassifica della generale, grazie alla vittoria di gara 1 e al podio in gara 2 al Mugello. Lo spagnolo è in pole provvisoria davanti a Cesare Tiezzi, alfiere dell’AC Racing Team CS, distaccato di quasi 6 decimi, e Riccardo Trolese (M&M Tecnical Team) con il crono di 1’47.800.

Nuovo record di pista anche per la SS300 grazie alla prestazione in Q1 di Matteo Vannucci. Il pilota Junior Team AG Yamaha PATA con il crono 1’49.215 sigla la pole provvisoria e si carica in vista del secondo turno di domani. Bene anche Tom Booth-Amos (1’49.455) e Hugo De Cancellis (1’49.777) entrambe Wild Card su Kawasaki. Il capo classifica Vocino, alfiere GradaraCorse PZ Racing sigla il quarto tempo.