Disponibile dal 27 aprile, in libreria e negli store digitali, Brividi d’estate, romanzo d’esordio di Alessandro Basile, giornalista, scrittore e paroliere romano (pubblicazione a cura di Echos Edizioni). Presente all’edizione del 2022 del Salone Internazionale del Libro di Torino, l’opera è ambientata negli Stati Uniti nel 1994, anno in cui si svolsero i Mondiali di calcio vinti poi dal Brasile, ai calci di rigore, nella finale di Pasadena contro la Nazionale italiana allenata da Arrigo Sacchi. A raccontare quel grande evento, purtroppo drammatico per gli azzurri e i loro tifosi, Donato Brighenti, cronista vicentino che grazie a una serie di fortunose coincidenze, in maniera inaspettata, riuscì a seguire a livello professionale quella celebre spedizione.

La professione e l’amore, con la passione a fungere da comune denominatore. Brividi d’estate racconta la storia di Donato Brighenti, giornalista vicentino classe 1961 emigrato negli Stati Uniti sul finire degli anni Ottanta per lavorare come corrispondente per l’Italia.

Approdato al “New York Post” per scrivere di sport, la sua materia prediletta, a ridosso dei Mondiali di calcio del 1994, organizzati proprio in America, si ritrova a seguire il cammino della Nazionale del suo Paese a causa di una serie di inaspettate coincidenze. Comincerà quindi per lui un mese travolgente, vissuto tra incertezze, timori e speranze.

A rendere ancora più intense quelle calde settimane, fatte di continui spostamenti da una località all’altra, con orari impossibili e temperature insopportabili, l’improvviso riavvicinamento con Caterina, la ragazza che in passato scelse di seguirlo negli States, prima che le loro strade di separassero.

La sensazionale cavalcata degli azzurri di Arrigo Sacchi nel corso del torneo, che culminerà amaramente nella finale di Pasadena, sarà scandita da una serie di incontri fugaci con la sua ex, pronta a rifarsi una vita a Boston e, sulla carta, difficile da riconquistare.

Nato a Roma il 26 aprile del 1988, Alessandro Basile è un giornalista, scrittore e paroliere. A vent’anni comincia una lunga esperienza radiofonica che si concluderà sei anni dopo. Muove i primi passi nel giornalismo nel 2009, iniziando a collaborare con diverse riviste online per occuparsi principalmente di musica e di cinema, sue grandi passioni (dal 2015 al 2017 scriverà sulla Cronaca di Roma de “Il Messaggero”).

Nel 2010, per i successivi quattro anni, si dedica a un progetto di musica d’autore con il musicista romano Simone Facchinato, scrivendo i testi di decine di brani in italiano che andranno a costituire il repertorio del gruppo Capo da Roha.

Nel 2011 si laurea in Letteratura Musica e Spettacolo presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza con una tesi incentrata sulla presenza degli elementi shakespeariani nel cinema di Pier Paolo Pasolini, mentre due anni dopo si specializza in Teorie e Tecniche dello Spettacolo (titolo della tesi Il trascendente nel cinema di Terrence Malick).

Concluso un master in giornalismo e giornalismo radiotelevisivo, nel 2014 approda a Retesole, storica emittente del Centro Italia. Brividi d’estate è il suo romanzo d’esordio.

 

Articolo precedenteValsugana Historic Rally, Michele Solfa cerca riscatto
Prossimo articoloMauro Trentin sugli scudi nel TCR Italy