Sono due i cartellini di presenza timbrati nel weekend da Funny Team, ad iniziare da quello più blasonato con il Rally Due Valli che, corso tra Venerdì e Sabato, ha dato vita ad una nuova sfida nel Campionato Italiano Assoluto Rally, nella Coppa Rally ACI Sport di quarta zona e nelle numerose serie collegate alle due primarie.

Un’uscita di strada, avvenuta durante lo shakedown, ha complicato la vita a Gianmarco Lazzarato, alle note Daniele Perlati su una Citroen Saxo di gruppo N, a conti fatti quinto di classe N2 con una condotta di gara senza grosse aspettative dopo lo sfortunato inizio.

Scorrendo la classifica provvisoria della CRZ di zona quattro sua è ora la quinta posizione.

Dalla strada alla pista per fare rotta verso il Circuito di Pomposa che Domenica scorsa vedeva in scena i protagonisti del Trofeo MSP Estate, ad iniziare dal boccone amaro da digerire per David Bergamin, costretto a parcheggiare una Ford Sierra Cosworth afflitta da problemi tecnici.

A salvare il bilancio della categoria D2 ci ha pensato Marco Mancini, al via su un’altra Ford Sierra Cosworth non baciata dalla fortuna, bravo a guidare sopra le noie tecniche ed a chiudere con una più che positiva quarta piazza finale, grazie al supporto determinante del team.

Peggio è andata a Gianni Tessari, fermo dopo soli tre giri per un guasto meccanico alla sua Fiat X1/9, senza poter nemmeno entrare nella bagarre della categoria D2.

Il primo alloro è arrivato in categoria C con Alessio Mancini, brillante sulla sua Peugeot 205.

“Una gara di casa molto calda e combattuta” – racconta Alessio Mancini – “ma siamo riusciti a portare a casa la vittoria, senza alcun tipo di problema. L’obiettivo è ora quello di confermarsi.”

Altra defezione da Manuel Barzon, autore di una partenza a rilento viziata da noie al motore della Peugeot 205 che lo hanno poi costretto ad abbandonare la compagnia della categoria C.

Vittoria tra le Lady 1 per “Eizy”, in gara con una Citroen Saxo, soddisfatta per la lotta in rosa.

“Per noi era una gara test” – racconta “Eizy” – “perchè avevamo bisogno di riscontri per capire come procedere sul fronte tecnico nel futuro. Eravamo in nove ed è stato bello portare a casa la vittoria del femminile. Grazie a Nicola, ad Enrico ed ai partners che mi sostengono.”

Piedi del podio per Renzo Bordin, in difficoltà sul lungo rettilineo di Pomposa a causa di rapporti del cambio troppo corti sul suo Proto Junior D2 auto costruito, autore di un testacoda nel tentativo di agganciare il gradino più basso della categoria KKK.

Piazza d’onore in categoria S Plus per Gabriele Donato, al volante della sua Renault Clio 1.8, soddisfatto per aver vissuto una giornata all’insegna del divertimento, nonostante il caldo afoso.

Noie alla pompa benzina lo hanno obbligato a giocare una partita del tutto in difesa.

Una Domenica ricca di emozioni in quel di Pomposa, ricordando un tesserato storico del sodalizio di Nove, Luciano Pajaro, venuto a mancare nello stesso giorno dello scorso anno.

“Quando si dice il destino” – racconta Nicola Dal Ben (presidente Funny Team) – “perchè, per tutti noi, il ricordo di Luciano è ancora vivo. Il destino ha fatto sì che, ad un anno dalla sua scomparsa, fossimo proprio in quella pista che ci ha fatto conoscere e che gli piaceva molto. Sicuri che sarebbe stato lì con noi abbiamo deciso di rendergli omaggio, portandolo in pista su ognuna delle nostre auto.”

Articolo precedenteMacron e Club Atlético Osasuna, ecco la nuova maglia home
Prossimo articoloAlpecin, la nuova campagna pubblicitaria unisce ciclismo e lotta contro i capelli bianchi