La Russia non potrà partecipare ai Mondiali di atletica di Doha, al via venerdì. Il Consiglio della Iaaf ha infatti deciso di prolungare la sospensione inflitta alla federazione russa nel novembre 2015 in seguito allo scandalo del doping di Stato. La Russia ha già saltato la precedente edizione della rassegna iridata di atletica del 2017 a Londra, così come le Olimpiadi di Rio 2016. Gli atleti russi che hanno dimostrato di essere “puliti” potranno partecipare ai Mondiali di Doha sotto bandiera neutrale.

Ma anche la partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020 sarebbe ora in pericolo. La Wada (l’agenzia mondiale antidoping) ha infatti fatto sapere di avere riscontrato delle incongruenze sui dati forniti lo scorso gennaio dal laboratorio antidoping di Mosca (Rusada), lasciando intendere che le provette potrebbero essere state manipolate. La conferma arriva anche da Stanislav Pozdnyakov, presidente del Comitato olimpico russo: «Le prospettive della squadra olimpica russa di partecipare alle Olimpiadi di Tokyo del prossimo anno potrebbero essere in pericolo: la situazione è molto grave».