Con oltre 149 milioni di follower su Instagram (senza considerare i 122,53 milioni di fan su Facebook ed i 75,7 presenti su Twitter), Cristiano Ronaldo è il calciatore più popolare a livello mondiale. Da alcuni anni il campione portoghese ha deciso di “capitalizzare” questo vasto bacino di supporter trasformandolo in una fiorente opportunità di business.

La sigla CR7 non è un vezzodi marketing, ma un vero e proprio brand, con una declinazione in sei diverse linee commerciali: Footwear, Underwear, Junior, Fragrances, Limitless e Digital-Transformers. Ciascuna di queste etichette presenta una strategia marketing distinta, con profili social creati per intercettare specifici target.

CR7 Footwear, per esempio, è il marchio utilizzato per vendere scarpe di lusso con il suo acronimo. Presenta più di 240 mila fan su Facebook e oltre 1 milione su Instagram (dove, dal 2014, sono stati pubblicati ben 1.684 post), e scommette sul processo di identificazione del tifoso con il mondo dorato del centravanti di Funchal. Il brand punta a posizionarsi in un segmento di moda “premium”, con una forte attenzione ad elementi ed atmosfere tipiche del lifestyle. I prodotti di questa linea, inoltre, sono realizzati con una cura artigianale e materiali ricercati oltre che di pregio. Nei post Cristiano Ronaldo appare come promoter e modello, facendosi fotografare, in prima persona, per la labelCR7 Footwear.

CR7 Underwear è una linea di abbigliamento di biancheria intima e calze da uomo, distribuita in Spagna, Portogallo e, di recente, in Italia, dalla Brandsdistribution(fa parte del gruppo torinese IDT). Una realtà specializzata nella vendita online B2B (Business2Business) di casualwear e accessori con 120 marchi in portfolio e più di 170 Paesi raggiunti. Anche in questo caso sui social (il profilo Facebook di CR7 Underwear può contare su 235 mila fan) “sponsorizza” i suoi capi in prima persona. Dal suo arrivo in serie A le vendite e-commerce di questi prodotti sono aumentate soprattutto in Sicilia, Calabria e Basilicata. Dopo aver precedentemente lanciato il marchio CR7 Denim, il calciatore portoghese, nel 2017, ha dato vita a CR7 Junior, collezione di capi di abbigliamento per i più giovani. Il nome è dedicato al figlio Cristiano Ronaldo Jr., testimonial principale dei prodotti. Il profilo Instagram di questa etichetta ha superato il tetto degli 846 mila follower. E’ l’unica declinazione commerciale del marchio CR7 dove non è preponderante la sua presenza. Viene spesso richiamato il tema “father & son” e alcuni post rimbalzano anche sul profilo Instagram del campione bianconero, che vende i capi attraverso lo store digitale Cr7.com.

Tra le nuove linee in crescita vi è CR7 Fragrances (profumi, gel doccia, dopobarba, deodoranti e prodotti regalo).E’ stato creato un sito specifico, dove è possibile scegliere tra una vasta gamma di referenze e il profilo Instagram (con più di 662 mila follower) è utilizzato come leva di comunicazione.

Nella diversificazione commerciale trova spazio anche la collezione di jeans che porta il nome “CR7 Limitless“. Prodotti che prendono ispirazione dalla vita fuori dal rettangolo di gioco di Cristiano Ronaldo (con l’utilizzo di materiali innovativi come il CR7-flex, un particolare jeans elasticizzato). Sono venduti in tutto il mondo attraverso il commercio elettronico, ma disponibili anche in specifici punti vendita di abbigliamento maschile (soprattutto in Portogallo). In meno di due anni la pagina Instagram di CR7 Limitless ha raggiunto i 746 mila contatti attivi. Un ulteriore segno tangibile della mediaticità social di tutte le iniziative del campione bianconero.