Sci azzurro da copertina. Nel superG in Val di Fassa è arrivata la prima vittoria stagionale e la sedicesima in carriera per Federica Brignone (come Deborah Compagnoni, l’italiana più vincente di sempre fin qui), che si scrolla di dosso le difficoltà del periodo con una prova di gran classe e di grande volontà e mette in pista tutto ciò che ha cercando ed ottenendo il successo.

Il suo tempo, 1’14″61, è stato irraggiungibile per chiunque. Infatti, la seconda classificata è Lara Gut-Behrami, che vince la coppa di specialità, è comunque staccata di 59 centesimi. Al terzo posto c’è Corinne Suter, a 72, e poi tanta Italia, con Elena Curtoni quarta a 78, Francesca Marsaglia quinta a 83 e Marta Bassino sesta a 86.

Bel risultato per Roberta Melesi, 18/a a 1″80 con il pettorale 35. Teresa Runggaldier è 40/a, mentre sono uscite Laura Pirovano, Federica Sosio e Nadia Delago.

Gara contassegnata dalle brutte cadute della norvegese Kajsa Lie e dall’austriaca Rosina Schneeberger, trasportate in elicottero all’ospedale di Trento.

Articolo precedenteIl primato Sherpa sul K2 e lo ”sci come una volta” protagonisti della rivista del Cai
Prossimo articoloCampionato Regionale Invernale di Fossa Olimpica, Pezzaioli è campione