Più che consistente l’avvio di Collecchio Corse nella campagna che vedrà impegnata la scuderia di Felino nella scalata alla Coppa Romagna Slalom 2021.

Domenica scorsa è andato in scena il primo atto della serie, in occasione dello Slalom Predappio – Rocca delle Caminate, ed i portacolori del sodalizio parmense si sono distinti in varie classi, in particolar modo in tre, riuscendo ad occupare diversi gradini del podio.

La punta primaria del tridente felinese è stata Alessandro Lanzi, firmatario del successo in classe Rally B, alla guida della consueta Renault Clio 1.8 16 valvole gruppo A condivisa con Luisa Ruiu, e capace di ottenere il bottino pieno di punti per la classifica di campionato.

“È stata proprio una bella gara” – racconta Lanzi – “e ci siamo divertiti molto. Ci sarebbe piaciuto poter fare di meglio, a livello di classifica assoluta, ma le condizioni meteo non ci hanno permesso di esprimerci come volevamo. Quel che conta è che abbiamo iniziato la Coppa Romagna Slalom con una vittoria ed abbiamo portato a casa punti buoni per la stagione. Il campionato è molto corto è partire con un primo è il miglior modo per iniziare.”

Sceso in Romagna con il solo obiettivo di testare la ritrovata Citroen C2 R2, in vista dell’appuntamento con la Cronoscalata Trento – Bondone e con il Campionato Italiano Velocità Montagna, Milo Pregheffi ha archiviato la giornata con il secondo posto in classe Rally A.

Il pilota di Felino, affiancato dalla compagna Anita Lamberti Zanardi, può guardare ora con rinnovato ottimismo all’arrivo della massima serie tricolore per la velocità in salita, il CIVM.

Ai margini del podio, quarto in Rally A, e particolarmente distante dalle posizioni di vertice ha terminato Davide Bottici, in coppia con Raffaele Mocerino su Peugeot 106 Rallye gruppo A.

Stessa vettura, una trazione anteriore del leone transalpino, ma risultato diverso, terzo gradino del podio di classe B, per Nicolas Munarini e primi punti utili per la rincorsa alla serie.

Gara opaca tra i prototipi dove Collecchio Corse schierava il solo Daniele Borelli, alla guida della consueta Fiat 126 Proto motorizzata Yamaha, soltanto quinto di classe Sport.

“Direi che come inizio di Coppa Romagna Slalom non c’è male” – racconta Assirati (presidente Collecchio Corse) – “perchè abbiamo raccolto una vittoria con Lanzi, un secondo con Pregheffi ed un terzo posto con Munarini. Sono state condizioni meteo difficili da interpretare ed i tre podi ottenuti gratificano ulteriormente il risultato della nostra scuderia, nel complessivo. Peccato per Borelli e Bottici che non sono riusciti ad esprimersi al meglio ma il livello della competizione qui è molto alto. Una battuta d’arresto ci sta ma, dato un calendario molto ristretto in questa serie, dovranno rifarsi già dal prossimo appuntamento, nell’intento di restare in corsa per il titolo. Siamo comunque soddisfatti del bilancio generale, di questa prima uscita di campionato, e ci auguriamo di poter portare, in futuro, tutti i nostri portacolori a podio. Tutti hanno il potenziale per puntare alla vittoria, in ogni singola uscita. Il nostro compito sarà quello di dare loro il nostro massimo supporto e di metterli in condizione di dare il massimo, ad ogni tappa di campionato.”