Lazio-Genoa
Lazio-Genoa

L’ex giocatore e allenatore del Genoa Claudio Onofri è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Radiosei, toccando diversi temi interessanti prima di Lazio-Genoa, a iniziare da Immobile. «Il Ciro Immobile visto a Pescara sembrava un buon giocatore, ma non del livello al quale è arrivato. Pensavo fosse merito del modulo e del gioco di Zeman. In Italia con il Toro ha fatto sognare tutti. In Germania e in Spagna ha fatto maluccio, poi è tornato a Torino e si è rivisto il vero Immobile. Detto questo, il ragazzo è cresciuto tantissimo». Che Genoa è attualmente? «È una squadra che ha un bel marchio di fabbrica, merito anche di un allenatore intelligente come Juric. Meno spericolata del maestro Gasperini, perché c’è più copertura della palla. Adesso, al di là di Pavoletti, a gennaio ci sarà un acquisto in attacco». Sul confronto di domenica: «Ci sarà un pressing alto da parte del Genoa, cercando di rubare il possesso alla Lazio e verticalizzando subito. Mi aspetto una partita strategica, un bel confronto». Inzaghi o Juric? «Sono sensazioni, se non vedi il lavoro settimanale è difficile. L’anno scorso con Simone Inzaghi ho avuto l’impressione di vedere qualcuno che farà bene questo mestiere. Al di là dell’aspetto comunicativo, quando fa le cose le fa molto bene. La squadra ha sempre un indirizzo, cambia modulo e non si fossilizza sulle sue idee»