Treja cup 2016
Treja cup 2016

La Treja Cup 2016 è stata vinta da Mattia Paris. Ventisei gli equipaggi che hanno preso il via, la partenza, alla confluenza del fosso Castel Sant’Elia, è stata data dal sindaco di Civita Castellana Gianluca Angelelli e dall’assesore all’ambiente Vanessa Losurdo, congiuntamente ai membri dell’associazione “Amici del Treja” , che si sono occupati della organizzazione della manifestazione.

Proprio allo start il vincitore ha fatto la differenza, accumulando un margine che si è poi mantenuto invariato fino all’arrivo, di fronte all’agriturismo “Le Forre del Treja”, completando la gara tra le rapide del fiume per una lunghezza di circa 3 chilometri in poco meno di 45 minuti.

Secondo gradino del podio assoluto per vincitore dell’edizione 2015 Massimo Cicconi, terza piazza per Andrea Panichelli.

Sempre un Panichelli, ma stavolta parliamo di Luca Panichelli, si è presentato al via con una singolare imbarcazione liberamente ispirata a Banana Joe, seguito fedelmente da tutto il “Panik Team” che non ha mancato di stupire i presenti all’arrivo con fumogeni e lancio di banane per i presente, ovviamente non è mancato l’assalto alla barca da parte uno scimmione che ha proseguito poi con Luca fino a Llegata. Il premio simpatia va sicuramente al trio composto da Fabio Abballe, Massimo Proietti e Stefano Paolelli, che a bordo della loro imbarcazione dotata di ogni comfort con tanto di ombrellone e fusto di birra alla spina, hanno completato la gara giungendo penultimi al traguardo, ma tra la folla che li applaudiva.

Premio sfortuna invece assegnato d’ufficio a Paolo Aleandri, il consigliere del consiglio comunale di Civita Castellana era atteso al via, che invece non ha potuto prendere a causa delle foratura della propria camere d’aria poco prima dello start. L’assessore all’ambiente, Vanessa Losurdo, ha dichiarato che la Treja Cup è molto importante per la pubblicità che si riesce a dare al bacino del fiume e sopratutto rappresenta la vivibilità del bacino, in modo divertente e goliardico.