I cinque cerchi “strizzano” l’occhio ai video-players. Il Comitato internazionale olimpico (CIO) ha diffuso un comunicato che riconosce ufficialmente e per la prima volta i videogiochi come sport a tutti gli effetti. Gli eSports possono essere considerati delle discipline agonistiche vere e proprie. Per un pieno riconoscimento dovranno rispettare i valori olimpici, dotarsi di strutture anti-doping e contrastare le scommesse.

Per un pieno riconoscimento, inoltre, il Cio stesso si augura, assieme alle associazioni internazionali delle varie federazioni sportive, di poter aprire “un dialogo con l’industria dei videogiochi e i cibernauti per esplorare maggiormente questa area e le possibilità che offre”. Secondo quanto scritto nel comunicato, “gli essports competitivi possono essere considerati un’attività sportiva, e i giocatori coinvolti si preparano e allenano con un’intensità che può essere paragonata a quella degli atleti delle discipline tradizionali”. (fonte Sporteconomy)