Restano solo due tappe, invece di tre, alla conclusione della volata rosa per il Giro d’Italia Ciclocross. Il Comitato Organizzatore in seno all’ASD Romano Scotti ha preso la decisione di annullare la tappa numero 7, prevista nella Capitale il 29 e 30 dicembre. È stato lo spirito di tutela e di prevenzione nei confronti della grande famiglia del Giro d’Italia Ciclocross a far pendere la bilancia verso la non leggera decisione di rinviare tutto al prossimo anno: la tappa si sarebbe infatti dovuta svolgere in uno dei luoghi a maggiore densità turistica di Roma, in particolare durante il periodo delle feste natalizie. Un massiccio afflusso di persone che se da un lato avrebbe garantito una grande visibilità all’evento e alla disciplina, dall’altro sarebbe potuto risultare incompatibile e difficilmente gestibile con la pandemia da Covid-19 che ancora incalza e che, nelle ultime settimane, ha ricominciato a dare grattacapi a governi e istituzioni.

La data del 30 dicembre sarà occupata dal gran finale di Ferentino, come da calendario Nazionale. Il Giro d’Italia Ciclocross si deciderà dunque tutto nel breve lasso di tempo che separa gli ultimi due appuntamenti, Gallipoli e Ferentino, dove sarà svolta la premiazione finale. E con tante maglie rosa ancora in bilico sarà una lotta affascinante sino all’ultimo respiro per vestire l’ambito simbolo del primato.

Articolo precedenteUn libro per raccontare la romanità del Novecento
Prossimo articoloCalcio, Nicolò Bignami: “C’è grande unità di squadra, solo così si superano le difficoltà”