La stagione ciclistica invernale gonfia i tubolari del Ciclocross. Il primo traguardo nazionale delle due ruote ciessine è fissato per domenica 30 gennaio, quando nel bellissimo parco natura del Be Wild Village, all’interno della pineta di Castelfusano, nei pressi di Ostia, si disputerà il campionato nazionale di Ciclocross. A contendersi le maglie e i podi tricolori, listate di arancioblu, ossia i colori del Csi, saranno circa un centinaio di bikers, per una trentina di società sportive provenienti oltre che dal Lazio, dall’Umbria, dalle Marche, dalla Campania e finanche dalla Lombardia.

Nel cuore verde del parco ostiense, originale paradiso dell’outdoor training, il percorso del campionato è essenzialmente tutto sterrato, ondulato con diverse curve in contropendenza, con molti dossi, con dei tratti sassosi e di sabbia, ostacoli, e qualche allungo all’interno del bosco. Il circuito misura circa 3 km, da percorrere più volte in base alle categorie d’appartenenza.

Primi a scattare saranno le categorie M4 M5 M6 M7 M8 con le tre femminili W1 W2 W3 che saranno impegnati nella prova a tempo per 40 minuti. Successivamente toccherà ai giovani “Primavera” e “Debuttanti” in corsa per 30 minuti.

Quindi la seconda batteria riserverà un’ora di gara per i ciclocrossisti più performanti in bici, ovvero gli M1, M2, M3 e gli Juniores M, ed infine Elite Sport. Come sempre non mancherà l’apporto della meccanica e della tecnologia: tutti i finalisti, come contagiri, avranno una cavigliera con chip elettronico per rilevare il risultato in tempo reale. C’è grande attesa sul litorale romano per conoscere i primi campioni del ciclismo Csi, che nel 2022 ha arricchito ancora il suo calendario di moltissimi appuntamenti.

Articolo precedenteSi raduna a Roma la nazionale elite di arrampicata sportiva
Prossimo articoloCalcio, BetFlag, Parma-Crotone deluse contro in cerca del colpo di coda