Prosegue il viaggio a cavallo della sua bicicletta per Valerio Rossi, ciclista che in solitaria sta percorrendo la strada che separa Vienna dalla Cappadocia. Il ventisettenne romano (ma residente a Valcanneto) è da poco sbarcato in Turchia per vivere gli ultimi atti della sua seconda avventura (la prima, lo scorso anno, lo portò a percorrere oltre settemila chilometri nell’Europa occidentale), e dopo aver attraversato Austria, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria e Bulgaria, si sta dirigendo verso il traguardo finale. Il tutto non prima di aver scalato, sempre in sella alla due ruote, il Fatmakaya e il Mahya Dağı, 1031m, monte più alto della Turchia europea.