L’olandese Dylan Groenewegen brucia due due colossi delle volate come Fernando Gaviria e Peter Sagan e vince la settima tappa del Tour de France. Lo sprint finale, ha regalato l’unica emozione della tappa più lunga di questa edizione della corsa transalpina: 231 chilometri. Il resto è sbadigli e campagna transalpina, con Greg Van Avermaet che ha faticato poco per conservare primato e maglia gialla. Sul traguardo sorrisi e complimenti per Vincenzo Nibali, apparso felice per la vittoria del fratello Antonio nella penultima tappa del Giro d’Austria, la prima da professionista. Oggi la corsa francese concede il bis, con un arrivo per velocisti, dopo 181 chilometri fra Dreux e Amiens Métropole. È l’ultima frazione prima di domenica, quando si correrà sul pavè della mitica Roubaix, una tappa da “vincere o morire”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here