Tadej Pogacar mette probabilmente il definitivo sigillo al Tour de France 2021 prendendo la vittoria sulla vetta del Col du Portet, tra le nuvole e il freddo dei duemila metri dopo un’interminabile salita di 16 chilometri. Lo sloveno non ha mai dato segni di cedimento da quando indossa la maglia gialla, ma ha la voglia e la gamba di rendere chiaro a tutti che questo Tour ha un solo padrone. Fino all’ultimo, due tra i suoi rivali più insidiosi, il danese Jonas Vingegaard e Richard Carapaz, gli tengono testa, rispondendo ai suoi ripetuti scatti, ma quando ai 150 metri Pogacar si alza per l’ennesima volta sui pedali non possono che arrendersi. Il Col du Portet, i Pirenei, hanno dato il loro verdetto, e niente lascia credere che da qui a domenica ci sia una possibilità di appello per gli inseguitori: il 23enne scriverà per la seconda volta consecutiva il suo nome nell’albo d’oro della corsa.