Unieuro
Unieuro

Il Team Unieuro 2017 sta prendendo forma nel segno dell’internazionalità e dei giovani. La formazione bluarancio riparte mettendosi alle spalle un’annata con 15 successi e dandosi una nuova missione, far maturare talenti provenienti da tutto il mondo. L’Italia continuerà ovviamente ad avere un ruolo cardine sia in termini di calendario che di organico. Per quanto riguarda i corridori il presidente Ettore Renato Barzi ha confermato per la prossima stagione il romano Andrea Cacciotti, il lecchese Marco Molteni, il bergamasco Simone Ravanelli e il torinese Mattia Viel.
«Sono giovani promettenti che abbiamo tra le nostre fila da un anno e siamo convinti abbiano ampi margini di crescita. Crediamo molto in Ravanelli e Cacciotti per i percorsi duri e per la classifica delle corse a tappe, Viel invece è più adatto agli arrivi in volata mentre Molteni è un buon uomo squadra capace di entrare nelle fughe giuste» spiega il team manager Marco Milesi.

Felici del rinnovo i quattro ragazzi, che commentano con entusiasmo il loro prolungamento di contratto. «Dal 2016 mi aspettavo di più in termini di risultati, ma ho contribuito alla conquista delle vittorie della squadra, che sono orgoglioso mi abbia voluto con sé per un’altra stagione. L’idea di un team completamente di under 23 in cui ognuno potrà mettersi in mostra mi stimola notevolmente. Nel 2017 sarò al mio terzo anno di categoria e punto a fare ancora meglio» racconta Cacciotti.
«Quest’anno sono cresciuto tanto, correre tra i professionisti insegna moltissimo e le corse a tappe fanno crescere sia a livello mentale che fisico. Ho imparato in particolare da Finetto e dagli altri compagni più esperti, spero per la prossima stagione di raccogliere quanto seminato. L’obiettivo è ottenere qualche soddisfazione in più a livello personale, il progetto del team è interessante, la motivazione non ci manca» aggiunge Molteni.
Dal canto suo Ravanelli commenta: «Sono molto contento di rimanere in questo gruppo, dopo tanti alti e bassi nel finale di stagione mi sono ripreso bene. Nel Team Unieuro Wilier Trevigiani ho trovato un ambiente sereno e professionale ideale per dare il meglio di sé stessi. Nel 2017 voglio confermare la fiducia che mi è stata data da tecnici e sponsor».
«Il passaggio da una squadra Under 23 a una Continental mi ha permesso di approfittare di un buon calendario e di maturare al fianco di un velocista come Malucelli che l’anno prossimo farà il grande salto tra i professionisti. Nella prossima annata avrò più spazio e dovrò dimostrare quanto valgo in prima persona, sono pronto» conclude Viel.

Articolo precedenteBasket in carrozzina, sabato il primo big match dell’anno
Prossimo articoloPallanuoto, Roma Vis Nova, impegno con Torino 81