Bici moderne e bici vintage sono state protagoniste sulle strade bianche di Robecco sul Naviglio, domenica 28 luglio per l’edizione zero de l’INEDITA.

Nemmeno il tempo di mettere in archivio il successo del Brontolo Bike Day, l’Asd capitanata da Andrea Noè ci riprova e mette a segno un’altra manifestazione dove l’entusiasmo sportivo incontra la gioia di stare insieme, l’ebrezza e la fatica di sfidarsi amichevolmente su un percorso diverso unito al piacere di scoprire la bellezza di un territorio da un punto di vista decisamente inedito.

L’itinerario , caratterizzato da un percorso di 115km “ spezzato” da oltre 11 tratti di sterrato per un totale di 17km di strada bianca, ha preso il via dall’ incantevole contesto di Villa Terzaghi, per poi dirigersi sulla caratteristica strada ciottolata lungo il Naviglio Grande e il famoso Ponte degli Scalini , simbolo del piccolo borgo milanese.

Superati i primi chilometri cittadini, ci si immerge immediatamente nella valle del Ticino, nel verde delle campagne di pianura lombarda fino alle colline del novarese.

Un tracciato per niente scontato, che anche sui tratti sterrati permetteva una buona andatura, facendo da scenario anche a duelli ciclistici in pieno stile eroico, ben lontano dall’agonismo esasperato.

Con ben due ristori e un pasta party finale, la cicloturistica ha lasciato tutti soddisfatti: tra gli oltre 150 ciclisti numerosi hanno partecipato con le bici da strada tradizionali, ma non erano poche neppure le gravel, le mtb e persino le ebike accanto ad un nutrito gruppo di ciclostorici che non è passato affatto inosservato.

Sicuramente mettere in strada un’iniziativa così è stata una scommessa anche per Andrea Noè, mettersi in gioco e rivolgersi ad un target nuovo non è mai semplice la voglia di realizzare un evento che valorizzi sport e ricchezza del territorio, aperto a tutti i tipi di bicicletta, unito allo straordinario contorno organizzativo di tutta l’associazione Brontolo Bike, ha permesso di realizzare un’iniziativa originale da consolidare nei calendari futuri.