Ritorno alle origini per Davide Rebellin, che a 47 anni suonati non ha nessuna intenzione di scendere dalla bicicletta. Il ciclista di San Bonifacio correrà ancora per la Sovac, formazione Continental algerina per cui aveva già militato l’anno scorso. Rebellin, professionista dal 1992 (subito dopo i Giochi olimpici di Barcellona), esordirà il 3 febbraio al Gp La Marsigliese. «Faccio quello che mi piace, ho entusiasmo. Mi sento bene. Non mi interessano i record, finché me lo dicono cuore e gambe andrò avanti», dice convinto Rebellin che tra i suoi obiettivi ha anche quello di sviluppare il ciclismo in Algeria: «Sto facendo di tutto, anche il direttore sportivo in corsa. Sono un punto di riferimento per tanti e posso mettere a disposizione dei più giovani la mia lunga esperienza».