José Daniel Viejo Redondo
José Daniel Viejo Redondo

Tra i talenti che il Team Unieuro 2017 non si è fatto sfuggire c’è lo spagnolo José Daniel Viejo Redondo. Il 18enne di Oviedo, già sotto l’occhio attento della squadra World Tour Quick Step, sarà il velocista di punta della formazione bluarancio insieme a Mattia Viel. Nel 2016, al primo anno da Under 23, ha vinto 5 corse, tra cui la più importante è stata la premondiale di Beasain, una delle prove più prestigiose del calendario nazionale spagnolo.
179 cm per 75 kg, sta studiando per entrare nella polizia spagnola (Guardia Civil), ama la caccia, le automobili e passeggiare in montagna. «Tutto è iniziato nelle Asturie, dove vivo, in sella a una classica mtb da bambino. Non mi piaceva camminare per questo la usavo per vagare in zona e gareggiare con altri bambini del mio paese. Un giorno papà Juanjo mi propose di iscrivermi alla squadretta locale, accettai subito perchè avevo voglia di mettermi alla prova. Il mio punto forte è l’abilità nel prendere la posizione migliore per la volata. Quello debole sono le salite lunghe e dure, mentre digerisco bene quelle di 4-5 km. La mia specialità è lo sprint in un gruppo ristretto» racconta “Dani” che per l’anno che viene ha le idee ben chiare. «Voglio migliorare come ciclista, imparare l’italiano, aiutare la squadra in ogni modo e fare del mio meglio nelle corse che mi si addicono per ripagare la fiducia che mi è stata data a suon di risultati»

Articolo precedenteChristian Panucci: “Un derby di alta classifica senza tifosi è surreale. Roma favorita”
Prossimo articoloIl Cio mette il tetto-costi a Tokyo 2020, non sforare i 20 miliardi