Otto prove che coinvolgeranno le province di Alessandria, Vercelli, Biella e Novara. Sarà questo il Gran Trofeo Mediofondo nuovo circuito adatto a tutti i livelli di ciclismo, che unirà cicloturismo e agonismo e che porterà a pedalare, dalle pianure risicole ai laghi, in territori ricchi di storia, arte, natura e ottima enogastronomia.

La prova d’apertura sarà il 10 marzo a Casale Monferrato(AL) organizzata da Asd Effebike, mentre il 24 marzo ci si sposterà in provincia di Vercelli per la la Mediofondo Gli Aironi del Asd Myg Team, capitanati da Davide Morosino promotore dell’iniziativa.

Dopo una breve pausa per ricaricare le forze, il 7 aprile toccherà la provincia di Novara, a Suno con la mediofondo del Nebbiolo organizzata da Asd Gruppo Ciclistico ’95 mentre quattro settimane dopo si tornerà sempre nel vercellese per la Mediofondo Terre d’acqua, in programma il 5 maggio a Livorno Ferraris.

Il circuito si sposterà poi a Biella esattamente a Ponderano, dove il 2 giugno Asd Penta Bike metterà alla prova gli scalatori sulla Serra Morenica, rinomata salita che da il nome alla tappa. Il weekend successivo, 9 giugno sarà il turno di Trino Vercellese con la mediofondo Riso&Vino del Pedale Trinese e dopo una breve pausa si ripartirà dal vercellese con La Maratelli del 7 luglio mediofondo del U.C. Cigliano in cui verrà affrontata una tra le salite più impegnative del circuito, quella di Castagneto Po.

Ultimo appuntamento l’8 settembre a Oleggio (No) con la Mediofondo Andrea Noè , per un gran finale di circuito e di stagione con l’ex professionista e il suo team Asd Brontolo Bike, in un percorso che dai vigneti novaresi porterà gli appassionati sull’ alto vergante del lago Maggiore.

Ogni tappa sarà caratterizzata da un tracciato cicloturistico di 80km circa ( mediofondo appunto) a carattere di gara solo nel tratto di cronoscalata ( cronometraggio a cura di mysdam), mediamente non più lungo di 3km. Su 8 prove saranno 2 gli scarti tollerati: ci si laurea con 6 prove! Ad ogni tappa verranno premiati i primi 4 di categoria ( 11 categorie in totale) e le 5 squadre con il maggiore numero di partecipanti. Insomma sarà un circuito davvero imperdibile, che attraverso quattro province e 8 tracciati di diverse difficoltà e altrettanti scenari accompagneranno per tutta la stagione gli amanti del ciclismo alla ricerca di un alternativa alle solite Granfondo e di un esperienza capace di unire sport e territorio grazie anche alle degustazioni di prodotti tipici offerti ad ogni tappa: dal crumiro Casalese, al gorgonzola di Novara passando per i salumi tipici piemontesi. Al gt mediofondo ci si può già abbonare con 60 euro per 6 tappe e 80 euro per tutte.