Come nel 2018, la campionessa olandese scava un ulteriore solco nei confronti delle avversarie andando a dominare la cronometro individuale valtellinese (Chiuro – Teglio, 12.1 km), valida come sesta tappa del 30° Giro Rosa Iccrea. Annemiek Van Vleuten, già campionessa del mondo in carica della crono individuale da due anni consecutivi, ha concluso con il tempo record di 24’31”, staccando di 53” la connazionale Anna Van der Breggen (Boels – Dolmans) e di 1’48” Elisa Longo Borghini (Trek – Segafredo).

Dopo il netto successo ai Laghi di Cancano, Annemiek Van Vleuten conferma di essere la grandissima favorita anche della edizione 2019, concedendo il bis nella cronometro di Teglio. La Valtellina, ormai la seconda casa di Annemiek per la sua preparazione atletica (si allena spesso nella zona di Livigno, al Passo del Foscagno), diventa anche il territorio in cui la fuoriclasse olandese detta la sua legge al 30° Giro Rosa Iccrea. C’è riuscita già l’anno scorso, quando nella prova contro il tempo Lanzada – Diga di Campo Moro surclassò tutte le avversarie. Nella top 10 di tappa è ottimo il terzo posto di Elisa Longo Borghini, così come il quinto della giovane transalpina Juliette Labous e il decimo della scalatrice cuneese Erica Magnaldi (WNT Rotor Pro Cycling). Ora il vantaggio in classifica generale di Van Vleuten è di 4’17” sia su Niewiadoma che Van der Breggen, con la polacca di Canyon-SRAM in seconda posizione.

Articolo precedenteCalcio, Perth Glory FC, ecco le nuove divise firmate Macron
Prossimo articoloEducamp Lazio in dirittura d’arrivo, festa di chiusura domani ai Monti Cimini, venerdì a Ostia e Sabaudia