Una realtà nata nel 1981 dalla passione per il rugby di un gruppo di amici. Ragazzi che vogliono portare in territorio castellano lo sport che più amano, quello della palla ovale. Fango, fatica, sudore, tanta tenacia è quello che serve per ottenere risultati sul campo e non solo. Sono proprio questi i valori che servono nella vita.

Lo ricorda durante ogni allenamento ai giocatori Enrico Ferraro coach che nella scorsa stagione ha portato i propri ragazzi «tutti della zona» ad alzare il titolo di vincitori del campionato e a staccare un pass per il torneo di Serie B. «Vincere è stata una grande emozione. Ho visto alzare il trofeo a giovani che alleno da quando sono piccoli» afferma Ferraro. Con l’avvio della stagione 2019/2020, l’attenzione massima è dedicata alla crescita a 360° della società gialloblù; dallo staff dirigenziale, ai tecnici e soprattutto con l’arrivo di nuovi iscritti. Ad oggi l’associazione sportiva di Castelfranco Veneto registra più di 300 atleti tra le diverse categorie.

«I ragazzi si appassionano alla disciplina quanto alla società. Alle nostre tradizioni, come quella del terzo tempo dove, al termine di ogni allenamento, piccoli e grandi dopo la doccia trovano ad aspettarli un piatto di pasta preparato dalle mamme» racconta Ferraro. «Siamo inclusivi, vogliamo che ogni persona trovi il proprio posto qui in Castellana. Atleti, o dirigenti, l’importante è che le persone arrivino e vadano via dai nostri impianti sportivi con il sorriso. La prestazione sportiva è un mezzo per stare bene ma non l’obiettivo. La finalità è la crescita personale».

Cominciando da Under 6 all’Under 8 dove le maglie gialloblù sono vestite da bambini e bambine che muovono i primi passi nello sport, passando per Under 12, Under 14, Under 16 e Under 18 e arrivando a prima squadra, amatori e gruppo misto di Touch (disciplina molto simile al rugby in cui non c’è contatto fisico), tutti in Castellana Rugby giocano e si divertono.