di Giovanni Berti
Nato a Roma il 9 maggio 1968, cresciuto a Primavalle e residente da tempo a Boccea, comico e presentatore dal carattere spontaneo, diretto ed auto-ironico, Marco Capretti, oggi intervistato da VignaClaraBlog.it, sarà in scena venerdì 7 dicembre (con inizio alle ore 21) al Teatro Ciak di via Cassia 692 con i suoi “Capretti di Battaglia”.

Pronto a sposare la sua Linda il prossimo 21 dicembre e padre di Giulia, la loro bambina di venti mesi, conosciuto ed apprezzato dal pubblico televisivo per la sua partecipazione a tutte le edizioni di “Made in Sud” (su RAI 2) e al format SKY “Comedy Tour” (su Comedy Central), applaudito al Puff di Lando Fiorini come in altri spazi in giro per l’Italia, l’artista capitolino, che anche quest’anno presenta “SCQR – Sono Comici Questi Romani” su Gold TV, annovera nel curriculum anche un’incursione al cinema, grazie alla sua apparizione nel film “Sotto una Buona Stella” di Carlo Verdone.
Inserito nella rassegna “Ciak si ride” – la versione invernale di “All’Ombra del Colosseo” – , lo spettacolo che Marco Capretti porterà al Teatro Ciak sarà un one-man-show leggero e divertente che si avvarrà della voce “fuori luogo” di Gennaro Calabrese e dei contributi filmati di una serie di ospiti a sorpresa.

Marco, stai per esibirti al Ciak…
Finalmente anche a Roma Nord ha aperto un teatro! Sentivamo tutti la mancanza di un luogo che investisse sulla cultura, una dimensione che stiamo perdendo e che, invece, ci dovrebbe riguardare tutti…

Vuoi parlarci un po’ dello spettacolo?
Si apre il sipario e vinco un premio, ma perché lo vinco? E, poi, di che premio si tratta? Tramite i “Capretti di Battaglia” cerco di scoprirlo insieme al pubblico. Lo spettacolo ripercorre la mia carriera attraverso monologhi di repertorio e molti pezzi inediti. Voi vede’ che m’hanno dato l’Oscar? O forse ho vinto Masterchef? O forse…?

Perché dovremmo vederlo?
Perché la risata è terapeutica, una serata trascorsa in allegria non può che far bene. Si tratta di uno show divertente e leggero, si ride e alla fine si pensa anche un po’…
Parliamo un po’ di tv: cosa ci fa un romano a “Made in Sud”?
Me la so’ giocata: ho detto che ero di Roma Sud e l’ho fregati! (ride, n.d.r.) e sono stato l’unico romano che è rimasto per tutte le edizioni!

Ci sono differenze fra la RAI e SKY?
In “Made in Sud” ognuno ha il proprio spazio, ma si deve coordinare con altri trenta comici, quindi gli autori fanno più attenzione al fatto che gli argomenti trattati da quelli che vengono prima non vengano replicati da quelli che arrivano dopo.

Da questo punto di vista, su Comedy Central, è tutto più facile, dato che siamo in quattro. Per il resto, non ci sono grandi differenze.

Ti consideri più un comico o un presentatore?
Io nasco presentatore e solo in un momento successivo divento comico. Sono contento di presentare, in particolare, “SCQR – Sono Comici Questi Romani” (in onda ogni mercoledì alle ore 23 su Gold TV, n.d.r.). Mi sento a mio agio, mi viene naturale, so far bene la spalla per i comici.

Di recente mi è piaciuto moltissimo presentare a Piazza del Popolo il “Vertical Movie Festival” insieme a Karin Proia, Andrea Delogu e Salvatore Marino…

Un ricordo di Lando Fiorini?
Una persona fantastica, accogliente, simpatica e ironica. Ricordo che negli ultimi anni, quando Lando era… diciamo…un po’ stanco, sono stato fra i primi a inaugurare una nuova formula del Puff. Funzionava così: il suo concerto si interrompeva, c’era un pezzo comico di venti minuti e poi riprendeva Lando a cantare. Sono tuttora amico dei suoi figli e tornerò al Puff sabato 8 dicembre.

Altri progetti per il futuro prossimo?
Dal 28 febbraio al 10 marzo porterò al Teatro degli Audaci (via Giuseppe de Santis, 29) “Quando tutti dormono”, uno spettacolo dedicato al mondo dei sogni che replicherò anche in altre città d’Italia.

Ndr: I biglietti per “Capretti di Battaglia” possono essere acquistati su www.ticketone.it e al botteghino del Teatro Ciak (dal martedì al sabato 9-13 e 15-19; domenica 10.30-13 e 15-17).

La rassegna “Ciak si ride” prevede, inoltre, in cartellone: Pablo e Pedro (5 e 6 dicembre), Massimo Bagnato (sabato 8), Cinzia Leone (domenica 9), Andrea Perroni (14 e 15 dicembre) e Dado (domenica 16 dicembre).
(fonte VignaClaraBlog.it)