Oltre mille, per l’esattezza 1.040, gli atleti che da domani e fino a domenica solcheranno le acque del Po a Torino con i loro singoli in rappresentanza di ben 23 nazioni. A fare la parte del leone, in ogni gara programmata, è l’Italia con 356 atleti iscritti nella Silver Skiff, 341 nella Kinder Skiff e 23 nella gara riservata al Para-Rowing. Un successo di presenze che onorano la XXVI edizione dell’International Silver Skiff Trophy, organizzata dalla Reale Società Canottieri Cerea, che può vantare ai blocchi di partenza atleti tra i più medagliati al mondo. Tra questi i campioni olimpici in doppio Martin e Valent Sinkovic (Croazia) che, ai mondiali di Sarasota, si sono piegati all’Italia nel due senza grazie a Matteo Lodo e Giuseppe Vicino, attuali campioni iridati di specialità. Ritorno a Torino anche per il due volte campione olimpico neozelandese Mahe Drysdale che, come i Sinkovic, ha già vinto alla Silver Skiff.

Tra i numerosi azzurri presenti spiccano Francesco Fossi, che torna in gara dopo un anno sabbatico che lo ha visto protagonista prima come marito e poi come padre, Emanuele Fiume, capovoga del quattro di coppia ai mondiali assoluti 2017, e poi ancora tanti altri tra cui Lorenzo Galano, Jacopo Mancini, Davide Mumolo, Stefano Oppo, Simone Venier e i campioni del mondo in quattro senza Pesi Leggeri a Sarasota Piero Sfiligoi, Leone Maria Barbaro e Lorenzo Tedesco. Tra le donne presenti le azzurre Kiri Tontodonati, Ludovica Serafini, Valentina Rodini (terza classificata assoluta lo scorso anno al Silver Skiff), Veronica Calabrese, Ilaria Broggini e Federica Cesarini. Per quanto riguarda il programma di domani, alle 12 è prevista la partenza delle gare Para-Rowing e a seguire, le gare della Kinder Skiff sui 1000 metri per Allievi B1 e B2 e sui 4000 metri per Allievi C e Cadetti. Domenica gran finale con la Silver Skiff, con il primo via previsto per le ore 9.30.

Articolo precedenteScherma paralimpica, Mondiali, Roma, l’oro di oggi porta la firma della squadra maschile di fioretto
Prossimo articoloFitav, universitari in pedana a Casalecchio di Reno