Il canottaggio internazionale, dopo quarantatre anni, torna nuovamente all’ombra del Circeo per riprendersi la scena mondiale dopo l’ultima edizione della regata internazionale “Trofeo Natale Bertocco” disputatasi nel 1978. Da allora il campo di regata pareva piombato nell’oblio, addirittura declassato a bacino di gara per sole regionali, ma in seguito una profonda riorganizzazione, oltre che un adeguamento delle strutture, ed un Comitato Organizzatore composto da Istituzioni che sostengono il Progetto, come Regione Lazio, Comune di Sabaudia, Provincia di Latina, CONI e Federazione Italiana Canottaggio, ha permesso a World Rowing – la Federazione Internazionale di canottaggio – di credere nel progetto internazionale che, nel week end, avrà il suo battesimo. Un progetto, che arriverà fino al 2024, con eventi già assegnati sempre più importanti, e che attualmente è sostenuto da Poste Italiane, Enel Distribuzione, Terna e Kleantech, mentre sul campo troviamo la Marina Militare, che ospita tutta la manifestazione, la Guardia di Finanza, punto di riferimento della Giuria Internazionale dell’evento, le Fiamme Oro ed i Carabinieri, oltre al supporto organizzativo di Esercito, Guardia Costiera, del circolo remiero The Core e con la partnership della Proprietà Scalfati e la collaborazione dell’Ente Parco nel quale è inserito il lago di Sabaudia.

Ad onorare l’impegno delle ingenti forze in campo c’è la compagine azzurra, la più numerosa delle 25 nazioni iscritte, con ben 66 atleti che daranno vita ai 24 equipaggi (9 senior uomini, 6 senior donne, 6 pesi leggeri uomini, 3 pesi leggeri donne) i quali scenderanno in acqua per testare la propria preparazione in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020NE, dei Mondiali Under 23 di Racice (Repubblica Ceca) e Assoluti di Shanghai (Cina). Insomma, per l’Italremo del Direttore Tecnico Francesco Cattaneo sarà un banco di prova di assoluto prestigio, in special modo per la squadra olimpica. Un ultimo test internazionale prima delle Olimpiadi poiché, dal sette giugno, la nazionale olimpica affronterà l’ultima parte di preparazione prima di volare in Giappone per lottare nelle gare a cinque cerchi. Tra gli equipaggi troviamo, infatti, molte sperimentazioni anche se la grande assente, in questo momento, è Valentina Rodini la quale, dopo una problema fisico lamentato da qualche settimana e poco prima della Coppa del Mondo di Lucerna, oggi è ancora in una sorta di fermo agonistico cautelativo oramai in via di risoluzione, tant’è che dovrebbe iniziare la preparazione con il prossimo collegiale previsto dopo la Coppa del Mondo di Sabaudia. La sua compagna di barca, Federica Cesarini, sarà in gara con Silvia Crosio che ha all’attivo, tra il 2018 e il 2019, la vittoria di ben cinque titoli tra mondiali ed europei nella categoria under 23 pesi leggeri e assoluta pesi leggeri.