Alipov domina la VI edizione
Alipov domina la VI edizione

Anche quest’anno il Gran Mondiale Perazzi, di scena al Trap Concaverde ha saputo regalare fortissime emozioni. Sportive e non solo. Dal punto di vista tecnico tutti e 648 i partecipanti hanno dovuto piegarsi ad Alexey Alipov. Il russo, oro ad Atene 2004 e bronzo a Pechino 2008, ha fatto incetta di trofei. Ben cinque i primati finiti nel suo mirino. In primo luogo è arrivata la vittoria nella tradizionale sfida notturna dell’All Star Game, davanti a campionissimi come Josip Glasnovic e Alberto Fernandez. Poi ha conquistato il titolo di migliore tiratore assoluto (197/200), e il relativo Trofeo Vittoria Alata, precedendo il nostro Valerio Grazini (195/200) e il kuwaitiano Talal Al Rashidi (194/200). In terza battuta ha ottenuto la vittoria nella finale destinata alla categoria Eccellenza, precedendo ancora una volta Al Rashidi e Alberto Fernandez. Non pago, ha vinto (222+23+5+5+5+9) dopo un’emozionante duello contro Emanuele Bernasconi (218+23+5+3+4+8), anche la prestigiosa Coppa Famiglia Perazzi. Infine, a suggellare, è arrivato il tutto il titolo di migliore tiratore straniero.

Secondo tra i finalisti e miglior tiratore della prima giornata, Emanuele Bernasconi è stato tra i pochi a tenere testa allo zar nel corso delle tre giornate di gara. E, passando dalle imprese tecniche a quelle del cuore, al momento delle premiazioni, il plurititolato atleta romano ha ceduto il trofeo di migliore tiratore (75/75) della prima giornata, suo di diritto, al giovane Lorenzo Soldati che aveva realizzato il medesimo punteggio. Una sorta d’incoronazione da parte di un campione affermato verso un campione del futuro. Un gesto che fa bene al cuore. Che ci fa capire perché il tiro a volo è davvero il bel tiro. E perché le grandi classiche, come il Gran Mondiale Perazzi, oltre a essere eventi sportivi di prim’ordine, sono anche, e soprattutto, delle vere e proprie feste.

Articolo precedenteL’Open d’Italia di golf si trasferisce in Lombardia
Prossimo articoloPentathlon, Mondiali youth A, Praga, la staffetta femminile azzurra Lopez-Mercuri è d’oro