Matteo Grattarola in trionfo a Lazzate nella TR1

Il primo round del Campionato Italiano Trial 2020 non ha tradito le attese. A Lazzate, tra le location-simbolo della specialità nel nostro Paese, ha preso il via la stagione 2020 all’insegna di una ferma volontà di ripartire in seguito alle problematiche dovute all’emergenza COVID-19, offrendo interessanti verdetti in tutte le categorie in gara. Nel percorso tecnico definito con professionalità e competenza dal Moto Club Lazzate in collaborazione con la sezione Rezia Trial, Matteo Grattarola ha iniziato con il piglio giusto la stagione 2020 centrando la vittoria nella top class TR1-Internazionale, mentre nelle altre categorie si sono registrate le affermazioni di Carlo Alberto Rabino (TR2), Gabriele Saleri (TR3), Giacomo Brunisso (TR3 125), Marco Andreoli (TR3 Open), Emanuele Gilardini (TR4), Edoardo Verdari (E-Trial) e di Andrea Sofia Rabino nella graduatoria Femminile.

Presentatosi a Lazzate con la tabella #1 da Campione TR1 in carica ed a caccia del personale undicesimo alloro tricolore Trial Outdoor in carriera, Matteo Grattarola ha iniziato nel migliore dei modi la sua nuova avventura professionale con la Beta. L’iridato 2018 della Trial2 ha dato prova del suo valore con una prestazione impeccabile: sole 11 penalità registrate, 1 soltanto nel corso del secondo giro alla Zona 6. L’atleta del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro si è così assicurato la prima vittoria stagionale e da portacolori Beta Factory Trial regolando due “guest star” d’eccezione al via di Lazzate, abituali protagonisti del Mondiale TrialGP: lo spagnolo Jaime Busto, classificatosi 2° con la Vertigo con 30 penalità a referto equamente ripartite nei due giri, ed il francese Benoit Bincaz, terzo su Beta con 49 penalità accusate. Quarto della TR1-Internazionale e secondo della classifica tricolore il vice-Campione in carica Luca Petrella (Beta) con il giovane Andrea Riva (Team TRRS Italia) sul terzo gradino del podio per quanto concerne la graduatoria nazionale. A seguire il rientrante spagnolo Francesc Moret (Sembenini NILS Montesa RedMoto Trial Team), il Campione Europeo 2015 Gianluca Tournour (in forze quest’anno al Team TRRS Italia), Lorenzo Gandola (Vertigo) più due piloti promossi dalla TR2, nello specifico Stefano Bertolotti (Sherco) ed il Campione in carica della classe cadetta Sergio Piardi (Beta).
Proprio la classe TR2 ha proposto una gara avvincente con un acceso confronto per il primato. Da vice-Campione del Mondo Trial125 in carica, il giovane Talento Azzurro Carlo Alberto Rabino (Beta) si è reso protagonista di una prestazione da applausi conquistando la prima, personale vittoria nella TR2. A completare il podio altri due giovani del calibro di Mattia Spreafico (Sherco) e Manuel Copetti (Team TRRS Italia), con Pietro Petrangeli (Beta) quarto al ritorno nella TR2 seguito da Luca Corvi (GasGas) a completare la top-5.

Nella TR3 prestazione da rimarcare di Gabriele Saleri (Beta), vincitore di giornata con 7 penalità accusate nei due giri di gara a precedere Daniele Tosini (TRRS) e Sergio Pesenti (Beta). Il podio della TR3 125, classe riservata ai giovani da 14 a 21 anni di età, ha invece proposto il trionfo del Campione Italiano MiniTrial A in carica Giacomo Brunisso (GasGas) al culmine di un avvincente duello con Cristian Bassi (Beta), terzo Mattia Piana (Beta). La TR3 Open ha riaffermato la competitività di Marco Andreoli (Montesa), Campione in carica in grado di iniziare con il piglio giusto il 2020 seguito da Michael Daniele Pellegrinelli (Vertigo) e Ivan Giovacchini (Beta). Nella TR4 si è invece registrato il successo di Emanuele Gilardini (Montesa), secondo e terzo posto rispettivamente per Matteo Marenghi (Beta) e Roberto Prina (Beta). La seconda stagione della E-Trial, classe riservata esclusivamente alle moto elettriche, ha preso il via con la riconferma del Campione in carica Edoardo Verdari (Electric Motion del Future Trial Team), completano il podio Gian Paolo Concina (GasGas) e Francesco Vignola (Electric Motion).
La graduatoria Femminile, dopo il biennio 2018-2019 di successi a firma Alex Brancati, ha riservato sorprese e graditi ritorni. La giovane Andrea Sofia Rabino (Beta) dei Pata Talenti Azzurri FMI si è assicurata una superlativa vittoria a precedere la rientrante pluri-Campionessa italiana Sara Trentini (Montesa), seconda e salita sul podio con il piccolissimo primogenito Sebastian. Terzo posto per Martina Gallieni (Team TRRS Italia) con un’altra ex-Campionessa nazionale Martina Balducchi (Beta) quarta.