Termina a Jesolo il quarto round del Campionato Italiano Velocità Minimoto. La pioggia incessante del sabato ha lasciato spazio al bel tempo dando la possibilità a tutti i piloti di compiere, su pista asciutta, le due gare in programma di ogni classe. Classifiche aperte in tutte le categorie con alcuni piloti che pur prendendo il largo dovranno conquistare i titoli tricolore all’ultimo round di Cervia in programma il 24 e 25 Ottobre.

Tommaso Landoni, forte del titolo europeo, vince gara uno nella Beast Junior A dopo una splendida lotta con Luca Rizzi e Lorenzo Pritelli rispettivamente secondo e terzo al traguardo. In gara due scivola il vincitore di gara uno lasciando strada al poleman Luca Rizzi che vince, secondo Lorenzo Pritelli e terzo Lorenzo Fino che diventa così leader della classifica generale con 130 punti seguito da Leonardo Casadei e Lorenzo Pritelli staccati di 5 e 11 punti.

Nella Junior B procede la cavalcata di Edoardo Savino che con la doppietta di Jesolo vanta sette vittorie su otto gare disputate. In gara uno Andrea Turrisi e Martin Alberto Galiuto cercano di insidiare Savino chiudendo al secondo e terzo posto. Secondo in gara due nuovamente Andrea Turrisi, terzo Mattia Guaita. Mancano solo cinque punti ad Edoardo Savino, leader in campionato con 191 punti, per conquistare il titolo nazionale per il secondo anno consecutivo. Andrea Turrisi mantiene flebili chances di vittoria inseguendo con 146 punti. Terzo in campionato Martin Alberto Galiuto ma i 130 punti lo estromettono dalla lotta per il titolo.

Mattia Lanzi riesce a conquistare la pole pole position nella Junior C ma in gara uno non riesce ad andare oltre al terzo posto, davanti a lui vince Gabriel Tesini e Gabriele Padovani secondo. Il mattatore del campionato inciampa in gara due chiudendo solo secondo dopo aver ottenuto vittorie in tutte le altre gare fin qui disputate. Vince gara due Gabriele Padovani, terzo Michele Giuseppe Quitadamo. Solo tre punti in campionato separano Gabriel Tesini dal titolo tricolore 2020, i 195 punti attuali non sono sufficienti per festeggiare con un round di anticipo. Gabriele Padovani con 148 punti è l’unico contendente per la vittoria finale. Terzo Michele Quitadamo con 116 punti.

Pole position, vittoria in gara uno e bis con la vittoria di gara due. Sono i risultati di Luca Bandini nella Open A. Fabio Ciotola è secondo in entrambe le manches, Etien Bozic Kantar terzo in gara uno mentre in gara due è Mattia Trevisan a tagliare il traguardo in terza posizione. Guida la classifica generale il dominatore del weekend Luca Bandini con 183 punti, Fabio Ciotola insegue con 158 punti e mantiene aperto il campionato. Ruben Negosanti è terzo ma i 92 punti collezionati non gli danno più la possibilità di competere per la vittoria di categoria.

Nella Open B è Mattia Bianchi a fare sua la tappa di Jesolo con un secondo posto in gara uno e la vittoria in gara due. Luca Fabris vince la prima gara e con il terzo posto di gara due conserva la leadership in campionato totalizzando 164 punti. Alessio Salaroli passa sotto la bandiera a scacchi prima terzo, poi secondo. Va male al poleman Francesco Zaramella che scivola in entrambe le manches. Mattia Bianchi e Francesco Zaramella con 139 e 119 punti corrono per contendere il titolo a Luca Fabris.

Giuseppe Tagliati, dopo essersi preso la prima casella della griglia, vince in entrambe le gare Gentleman. Giulio Cortesi taglia il traguardo in seconda posizione in entrambe le manches. Dietro si alternano prima Mauro Finelli, poi Daniele Fucci. Il round conclusivo sarà decisivo per la vittoria stagionale di classe contesa tra Giuseppe Tagliati, Giulio Cortesi e Mauro Finelli rispettivamente a 169, 164 e 123 punti.

Il trofeo FMI riservato alle elettriche Thundervolt NK-ER vede Alessandro Russo sul gradino più alto del podio di gara uno seguito da Luca Rosetti e Serena Boschetti. Al secondo start si riscatta Luca Rosetti tagliando il traguardo davanti a tutti, Alessandro russo è secondo e Loris Capozzi terzo. In classifica generale l’uomo da battere è Alessandro Russo che guida la classifica con 146 punti, Luca Rosetti tallona con 143 punti. Terzo Loris Capozzi più staccato somma 129 punti.

Il round finale di Cervia regalerà grandi emozioni con l’assegnazione di tutti i titoli nazionali ruote basse 2020.