La Terza categoria della Vis Casilina ha calato il tris. La squadra del presidente Enrico Gagliarducci ha vinto la sua terza partita in altrettante gare di campionato: domenica scorsa, infatti, i capitolini si sono imposti al “De Fonseca” sull’Alessandrino, inizialmente passato in vantaggio e poi rimontato nella ripresa fino al 2-1 conclusivo. L’autore della rete della vittoria, l’esterno offensivo classe 2000 Simone Di Maio, analizza il match: “E’ stata una partita dominata dall’inizio alla fine, anche nel primo tempo che abbiamo concluso in svantaggio. Abbiamo creato e sciupato tante occasioni, colpendo una traversa con Caba e subendo la rete avversaria nella parte finale della prima frazione praticamente al primo tiro in porta. Durante l’intervallo eravamo tutti molto arrabbiati e siamo rientrati in campo con la stessa determinazione nel secondo tempo: è stato decisivo il gol dell’1-1 segnato da capitan Sbraglia grazie ad un missile da fuori area, poi a fine partita è arrivata la mia rete: ho scambiato il pallone con Cacciamani e poi appena dentro l’area ho scagliato un bel tiro. Al di là della soddisfazione personale e del mio secondo gol in campionato, la cosa più importante è aver vinto la partita. Visto che c’è fuori per infortunio Vespa, uno dei nostri migliori attaccanti, tutti dobbiamo dare il nostro contributo offensivo”.

La Vis Casilina è dunque in vetta al girone B della Terza categoria: “In questo momento non conta nulla, si comincerà a capire qualcosa di più alla fine del girone d’andata. Comunque credo che la lotta per la promozione sarà ristretta a tre o quattro squadre al massimo e tra queste ci saremo anche noi: l’organico è di qualità e si sta formando velocemente anche il giusto spirito di gruppo”. La chiusura di Di Maio è sulla società e sul tecnico Stefano Pasquini: “Sono ritornato in un ambiente che conoscevo già bene, trovando un club molto più organizzato rispetto al passato. Il mister? Fa giocare chi se lo merita e si allena con serietà, lo ringrazio per la fiducia che mi sta dando e proverò a ripagarlo come fatto finora”.