E’ stato un fine settimana dolce quello dell’Under 15 provinciale dell’ULN Consalvo. I ragazzi di mister Fabio Garzina si sono imposti con un perentorio 3-1 sul campo della Pro Calcio Italia, ma la partita non è stata semplice come racconta il centrocampista centrale classe 2008 Gabriele Feliciani: “Siamo andati sotto a metà del primo tempo, ma abbiamo subito reagito trovando il pari con Richiello. Il primo tempo è stato abbastanza equilibrato, anche se abbiamo costruito qualche azione interessante più degli avversari. All’intervallo mister Garzina ci ha detto che non potevamo pareggiare perché eravamo più forti e così siamo rientrati in campo con uno spirito diverso: ci abbiamo creduto di più e siamo andati a prenderci i tre punti coi gol di Casavecchia e Perinelli”. E’ stata una settimana d’oro in casa Feliciani: alla vittoria di Gabriele e del gruppo Under 15, si è aggiunta la doppietta decisiva del fratello maggiore Matteo con l’Under 17: “Chi è più forte? Non saprei – sorride Gabriele – Diciamo che lui è un giocatore più offensivo e ha più tecnica e io ho maggiore corsa. In futuro sarebbe bello giocare insieme”. L’Under 15 provinciale dell’ULN Consalvo occupa una posizione di centro-classifica: “Finora le cose non stanno andando male, ma siamo convinti di poter fare certamente di meglio. Nel girone di ritorno cercheremo di conquistare più vittorie, anche per far vedere allo staff tecnico e alla società che siamo cresciuti”. Nel prossimo turno (l’ultimo del girone d’andata) i ragazzi di Garzina giocheranno con l’Academy Sport City penultimo della classe: “Il mister ci ha chiesto di conquistare altri tre punti e noi scenderemo in campo con questo obiettivo. Lui mi ha già allenato l’anno scorso con l’Under 14, è un tecnico che sa come dialogare col gruppo e ha instaurato con tutti un buon rapporto. Per me è il quinto anno nell’ULN Consalvo che è stata la mia prima società, mi trovo molto bene perché c’è un ambiente molto tranquillo” conclude Feliciani.

Articolo precedenteIl team Airflow Racing pronto all’esordio in Formula 4
Prossimo articoloVilla Mercede Padel Club, Mattioli: “Non solo tecnica, faremo una preparazione atletica adatta al padel”