Luca Esuperanzi
Luca Esuperanzi

La Seconda categoria del Colonna è una realtà del girone F. La squadra del presidente Simone Di Girolamo è al secondo posto con 37 punti, sei in meno della capolista Atletico Colleferro e sette più dello Sporting Futura terzo della classe.

«Sinceramente era difficile sperare di poter fare meglio di così a questo punto dell’annata – dice mister Luca Esuperanzi – Questo traguardo parziale è frutto del lavoro di questi anni su un gruppo che è rimasto quasi lo stesso e che sta dimostrando di essere cresciuto notevolmente, soprattutto dal punto di vista dell’atteggiamento. Il nostro club non ha fatto “campagne acquisti” come accaduto altrove, siamo stati bravi e fortunati a coinvolgere un gruppo di ragazzi che si allena con serietà e costanza: un fattore che fa la differenza». Nell’ultimo turno (il primo del girone di ritorno) il Colonna ha calato il poker nel match casalingo contro il Marna.

«Già nel primo tempo eravamo in vantaggio di due reti, poi abbiamo raddoppiato le distanze dagli avversari nel corso della ripresa. Il nostro portiere è stato praticamente inoperoso e i ragazzi sono stati bravi ad evitare di commettere qualche ingenuità a livello comportamentale cadendo in alcune provocazioni. Anche in questo si vede la crescita mentale del gruppo». Tripletta di uno scatenato Tiberi (che sta segnando continuità) e gol di Andrea Corrieri: così il Colonna ha archiviato la pratica Marna e ora guarda al prossimo appuntamento (di sabato) sul campo della Virtus Mole. «All’andata era ancora presto per tutti, ma ricordo una squadra che mi colpì per organizzazione e atteggiamento e per questo feci i complimenti all’allenatore. Mi aspettavo di ritrovarli un po’ più avanti in classifica, ma sono comunque una squadra pericolosa. D’altronde quando si gioca contro le prime della classe, si prova sempre a tirar fuori qualcosa in più». Esuperanzi è chiaro anche sulla seconda parte di stagione del Colonna. «Firmerei per fare 34 punti come nel girone d’andata – dice l’allenatore – Non eravamo partiti per fare questo tipo di campionato, ma ora che siamo lì cercheremo di fare il massimo. Contro l’Atletico Colleferro abbiamo perso in modo meritato l’unica delle tre sconfitte rimediate, pur avendo diverse assenze quel giorno. Al ritorno avremo lo scontro diretto in casa, ma non dipende solo da noi e in ogni caso dare il massimo per raggiungere il primo posto è anche il modo migliore per “proteggerci” dall’assalto di quelle che sono dietro».