Si interrompe dopo cinque risultati utili consecutivi la striscia positiva del Trastevere, sconfitto di misura a Fano nella ventinovesima giornata del girone F. La squadra di Mazza gioca meglio nel primo tempo e impegna in più di una circostanza Tzafestas. L’estremo difensore dei marchigiani è provvidenziale al 22′, sulla botta di Fioretti e viene graziato da Sannipoli al 27′, col centrocampista che fa tutto bene in area ma perde il tempo giusto per liberarsi al tiro da buona posizione. Nel finale di frazione Macrì ruba palla a Del Rosso ma è defilato e Tzafestas riesce a chiudergli lo specchio. Nella ripresa i marchigiani alzano il baricentro e trovano il gol alla prima vera occasione: è il 58′ quando Scoppa batte una punizione dalla trequarti e trova la deviazione di testa vincente di Vavassori. La reazione trasteverina è veemente ma non sempre lucida e le occasioni arrivano soprattutto su palle inattive. Al 61′ Lo Porto manda alto di testa sugli sviluppi di un corner, venti minuti dopo è Fioretti a tentare la via aerea ma Tzafestas para centralmente e nel finale Pasqualoni, servito da Proia su punizione, sfiora il palo con il portiere ormai imbattuto. Nel meezzo c’è anche spazio per un grande intervento di Semprini sulla conclusione ravvicinata di Vavassori all’83’. Il Fano vince e torna a sperare nella salvezza diretta, il Trastevere viene scavalcato al secondo posto dal Tolentino, corsaro a Notaresco.

Articolo precedenteTennis, Diego Nargiso: “In Davis serve un progetto per il doppio”
Prossimo articoloCalcio, Atletico Lariano, prima categoria, Cavola: “Bel pari a San Cesareo, ora la volata finale”