Daniele Crescenzo (foto Romani)

Il Trastevere sfodera una prestazione di assoluto livello contro la capolista Atletico Terme Fiuggi, vince due a zero allo Stadium e aggancia in vetta alla classifica proprio i termali. Senza gli infortunati Massimo, Madeddu, Milani, Chimenti e Fioretti, mister Mazza arretra Crescenzo a centrocampo e inserisce Squerzanti nel tridente offensivo con Monni e Corsetti. A gestire le operazioni in mezzo al campo c’è Sannipoli. Modulo speculare per gli ospiti, reduci da sei vittorie consecutive in campionato e saliti a Roma con piglio deciso e aggressivo nelle battute iniziali. Il pressing alto degli uomini di Romondini produce la prima palla gol dopo appena tre minuti, con Semprini che sbaglia il rinvio attaccato da Fall e consegna palla agli avversari, Rocchi si presenta appena dentro l’area e sfiora il palo. Passa un minuto e il Trastevere risponde con un cross dalla destra di Squerzanti respinto dalla difesa, la palla arriva a Crescenzo che calcia di potenza appena dentro l’area e reclama per una deviazione con il braccio di Romeo. I ritmi restano alti ma le occasioni arrivano col contagocce, anche grazie alle difese molto attente che lasciano pochissimi spazi agli attacchi avversari. Ci si affida quindi alle palle inattive, come al 23′, quando Proia svetta di testa sugli sviluppi di una punizione da sinistra e finisce per servire Squerzanti, il cui destro di prima intenzione passa in mezzo ad una selva di gambe e lambisce il palo. L’episodio che spezza in due la gara arriva al 31′: break di Sannipoli sulla trequarti, palla per Squerzanti che scarica a destra per Crescenzo, il cui diagonale si infila nell’angolino basso alla destra di Mejri. Esaltato dal vantaggio, il Trastevere continua ad attaccare e va vicino al raddoppio al 41′ con Corsetti, servito ancora da Sannipoli, il cui piatto destro al volo dal limite non inquadra lo specchio. La ripresa si apre con il volo plastico di Semprini, che al 51′ toglie da sotto la traversa una rasoiata di Papaserio dai venticinque metri mentre al 59′ è Rizzitelli a sciupare l’occasione migliore dell’Atletico, con un colpo di testa dal vertice dell’area piccola a metà tra un tiro e un cross che finisce per spegnersi sul fondo. Rizzitelli protagonista in negativo anche subito dopo, quando si fa strappare palla da Monni sulla trequarti. L’attaccante amaranto lancia Squerzanti che arriva in area e si vede negare la rete da un intervento difensivo di Romeo. Gli ospiti attaccano in maniera confusa e senza creare grossi pericoli dalle parti di Semprini mentre il Trastevere spaventa Mejri in due occasioni: al 65′ il portiere compie un prodigio sulla conclusione in acrobazia di Monni mentre al 71′ è attento sul destro dal limite di Corsetti che rimbalza nei pressi della porta. La rete è nell’aria e arriva all’80’ grazie a Monni, lanciato in profondità da Proia. Il bomber salta anche il portiere e appoggia in rete, mettendo di fatto la parola fine all’incontro. L’Atletico non ha più la forza di reagire e rischia il terzo gol in pieno recupero, sul tiro dal limite dell’area piccola di Corsetti. Finisce 2-0 per il Trastevere, che chiude nel migliore dei modi il trittico di gare interne consecutive e si prepara alla trasferta in casa del Castelnuovo Vomano.